Roma, la Casa Internazionale delle Donne presenta Grandmother Project: nonne a sostegno delle giovani generazioni

Si tratta di un'organizzazione non profit che opera principalmente in Senegal intervenendo contro i matrimoni e le gravidanze precoci, le mutilazioni genitali femminili e favorendo la scolarizzazione delle ragazze

Di Giulia Angeletti
Pubblicato il 6 Dic. 2019 alle 13:35 Aggiornato il 6 Dic. 2019 alle 13:36
18
Immagine di copertina
Credits/ Instagram Grandmother Project

Nella cornice della Casa Internazionale delle Donne di Roma si è tenuta ieri, giovedì 5 dicembre, la presentazione di Grandmother Project, organizzazione non profit che opera principalmente in Senegal intervenendo contro i matrimoni e le gravidanze precoci, le mutilazioni genitali femminili e favorendo la scolarizzazione delle ragazze.

Portando avanti tali obiettivi di fondamentale importanza per le abitanti di questo stato africano, Grandmother Project ha una grande particolarità: si tratta infatti di un progetto che crede fortemente nel ruolo delle nonne come risorse a sostegno delle donne più giovani, come prezioso e attivo contributo nel cambiamento delle norme sociali negative sia a livello familiare che comunitario. Non solo, perché “GP” crede anche (e soprattutto) nel dialogo intergenerazionale e sui ruoli e nelle potenzialità di tutte le generazioni per il benessere delle adolescenti; è proprio dall’importanza che si ritiene possano – e debbano – avere le nonne che proviene l’idea e il nome dell’organizzazione, Grandmother Project, che in italiano significa “Progetto Nonna”.

Durante la presentazione sono stati raccontati il contesto e la strategia del progetto e i risultati raggiunti in questi primi anni di grande lavoro. A raccontare l’iniziativa erano presenti Judi Aubel, PhD in Antropologia e Salute Pubblica, direttrice esecutiva di Granmother Project – cambiamento attraverso la cultura, Onlus che ha fondato nel 2005, e Francesca Lulli, PhD in EtnoAntropologia che collabora come consulente ricercatrice con Grandmother Project dal 2010, attraverso la realizzazione di studi e analisi sul programma e i suoi risultati.

Dallo scorso martedì 3 dicembre Grandmother Project ha iniziato una campagna fundraiser, in occasione del Giving Tuesday. I contributi raccolti saranno interamente devoluti all’organizzazione, alla gestione ed implementazione delle sue attività per il 2020.

Per chi fosse interessato a contribuire qui tutti i dettagli: https://www.facebook.com/donate/2569564666663996/3082735388409559/

Per ulteriori informazioni sull’organizzazione non profit, invece, è possibile consultare il sito ufficiale o seguire l’organizzazione sui suoi canali ufficiali. Eccoli qui di seguito:

Sito: http://www.grandmotherproject.org/
Facebook: https://www.facebook.com/GrandmotherProject/
Instagram: https://www.instagram.com/grandmotherproject/

18
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.