SPECIALE ELEZIONI REGIONALI E REFERENDUM DIRETTA VIDEO

SPECIALE ELEZIONI REGIONALI E REFERENDUM DIRETTA VIDEO. Gli exit poll, i risultati in tempo reale, i primi commenti, i collegamenti con i nostri inviati e le analisi sui possibili riequilibri di potere. Segui su Facebook e intervieni anche tu nel dibattito in studio. Conduce Giulio Gambino.

Posted by TPI on Monday, 21 September 2020

È morto Gennaro Di Paola, partigiano eroe della liberazione di Napoli

Aveva 97 anni e andava ancora a raccontare la Resistenza nelle scuole

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 25 Dic. 2019 alle 11:57
2.1k
Immagine di copertina
Gennaro Di Paola

È morto Gennaro Di Paola, partigiano eroe della liberazione di Napoli. L’Anpi con una nota comunica che è venuto a mancare.

Il 25 aprile scorso Di Paolo aveva commosso il presidente della Camera, Roberto Fico.”Caro Presidente Fico, noi non chiediamo nulla, è il nostro stile – aveva detto – Ma la invitiamo a difendere sempre il valore della Resistenza, e a parlarne di più nelle scuole, a divulgarne lo spirito, e la ringraziamo per quello che potrà fare: questi valori non possono essere minacciati”.

Il Gonfalone della città di Napoli, decorato per le Quattro Giornate, accompagnerà per l’ultimo saluto Gennaro Di Paola, scomparso oggi a 97 anni, che giovanissimo combattè per le strade della nostra città per la liberazione dal nazifascismo.

Di Paola andava ancora nelle scuole a raccontare ai ragazzi l’orrore degli anni in cui ha dovuto imbracciare il fucile per difendere la sua terra. “Io sono nato il 28 settembre del 1922, però la mia nascita fu dichiara al Comune il 1 ottobre e stranamente il 28 settembre del 1943, mi sono ritrovato con un fucile in mano”, aveva detto lo scorso giugno.

Il sindaco Luigi de Magistris lo ricorda con un commosso messaggio: “È morto Gennaro Di Paola, partigiano, protagonista delle Quattro Giornate di Napoli del settembre del 1943. Gennaro, insieme a tantissimi napoletani, donne e uomini spesso nemmeno maggiorenni, contribuì a liberare Napoli dall’occupazione nazifascista. Ogni anno ci incontravamo in piazza per le commemorazioni ufficiali e cantavamo bella ciao. Un anziano fiero e dolcissimo, un partigiano vero. Ciao Gennaro, mi sei stato tanto caro”.

Leggi anche:

Dieci canzoni per raccontare la resistenza

2.1k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.