Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Caso Ciro Grillo: interviene Fabrizio Corona. Parla con un indagato e l’avvocato lascia la difesa

Immagine di copertina

L’avvocato Paolo Costa abbandona la difesa di Vittorio Lauria, uno degli amici di Ciro Grillo (figlio di Beppe Grillo, garante del M5s) insieme al quale è indagato di stupro di gruppo e violenza sessuale nei confronti di una ragazza. Il legale avrebbe deciso di rinunciare al mandato per “divergenze sulla condotta extraprocessuale da tenere sempre, specie in vicende come queste”. L’avvocato Costa, infatti, sarebbe rimasto turbato dall’audio andato in onda a “Non è l’Arena” di Massimo Giletti, in cui il Vittorio Lauria risponde a delle domande sui fatti di quella notte avvenuti nella villa di Beppe Grillo a Porto Cervo.

Non l’abbiamo costretta a bere — dice Lauria nell’audio — è lei che l’ha presa (la bottiglia di vodka, ndr). Per sfida lei l’ha bevuta tutta, gocciolandola, ma non era tanta, era un quarto di vodka… Noi non riuscivamo a berla, e lei ha detto “dai che ce la faccio”, e se l’è bevuta”, racconta il ragazzo.

Frasi che hanno portato alle dimissioni del suo legale, perché il ragazzo non avrebbe rispettato il silenzio deciso dall’avvocato in questa fase processuale. Ma non è tutto. L’altra novità sulla vicenda riguarda Fabrizio Corona. Sì, perché secondo quanto si legge sulla Verità, sarebbe stato proprio l’ex “paparazzo” a chiamare Vittorio Lauria e a registrare la conversazione.

“Quell’audio registrato – scrive La Verità – sarebbe frutto di una telefonata fatta tra lui e l’ex re dei paparazzi: Fabrizio Corona. Lauria lo ha confessato ai suoi legali e ai familiari. Il ragazzo avrebbe trovato sul suo cellulare una telefonata di Corona, e considerandolo un suo idolo, visto che ha anche la sua mascherina griffata, sarebbe stato poi lui a ricontattarlo. E come fossero due vecchi amici si è lasciato andare a diverse confessioni. Dal “Grillo ha sbagliato a dire degli 8 giorni”, a “la ragazza ha bevuto un sacco”. Dichiarazioni che, comunque, non sarebbero state concordate con l’avvocato.

Leggi anche: 1. Il video di Grillo andrebbe mostrato nelle scuole ogni volta che si deve spiegare come non si parla di stupro (di S. Lucarelli); // 2. “Mi hanno violentata”: ecco cos’è successo quella notte nella villa di Grillo in Sardegna. La ricostruzione // 3. Il dolo di Grillo tra pregiudizi e luoghi comuni //4. Beppe Grillo ha chiesto un’indagine privata sulla ragazza che accusa il figlio di stupro

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Neve a bassa quota e gelo artico, torna l'inverno sull'Italia
Cronaca / Navigatore solitario disperso in mare tra Grecia e Italia: salvato dalla Guardia Costiera
Cronaca / Omicidio Mollicone, la testimone: “Serena ha litigato con un ragazzo il giorno della scomparsa”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Neve a bassa quota e gelo artico, torna l'inverno sull'Italia
Cronaca / Navigatore solitario disperso in mare tra Grecia e Italia: salvato dalla Guardia Costiera
Cronaca / Omicidio Mollicone, la testimone: “Serena ha litigato con un ragazzo il giorno della scomparsa”
Cronaca / Montepulciano, 23enne morto sul lavoro: è stato colpito al petto da un tubo di ferro
Cronaca / Milano, abusi su bambine in una scuola materna: maestro arrestato
Cronaca / Napoli, traghetto da Capri urta banchina: una trentina i feriti, uno in codice rosso
Cronaca / Marco Luis (“il bodybuilder più pompato di sempre”) è morto a 46 anni per cause ignote
Cronaca / Armato a San Pietro: arrestato a Roma super ricercato
Cronaca / Come si entra nei Servizi segreti? Ecco il bando per nuovi 007
Cronaca / In 2 anni 32.500 posti in meno negli ospedali italiani