Covid ultime 24h
casi +21.994
deceduti +221
tamponi +174.398
terapie intensive +127

Ex penicillina, sit-in di Fridays for future Roma: “Bonifica e riqualificazione della fabbrica” | VIDEO

Di Anna Ditta
Pubblicato il 5 Ott. 2020 alle 15:30 Aggiornato il 5 Ott. 2020 alle 15:30
56

I giovani di Fridays for future Roma sono scesi in campo al fianco del Comitato Nuova Penicillina e della Rete popolare Tiburtina per chiedere la bonifica e la riqualificazione dell’ex fabbrica di Penicillina di Roma. Ieri, domenica 4 ottobre, gli attivisti del movimento, che si batte per la tutela dell’ambiente e contro il cambiamento climatico, hanno tenuto una conferenza stampa e un sit-in di fronte allo stabilimento abbandonato sulla Tiburtina, divenuto negli scorsi anni un rifugio per persone senza fissa dimora.

ex penicillina fridays for future
Foto del Comitato Nuova Penicillina

“Ad un anno dalla dichiarazione di emergenza climatica del Campidoglio, Fridays for future Roma avvia un dialogo con i territori dei municipi per fare il punto su uno dei temi più importanti del documento promosso dagli attivisti: il consumo di suolo, la riqualificazione e il recupero delle aree edificate esistenti”, si legge nella nota diffusa da Fridays for future Roma e dal Comitato Nuova Penicillina.

Il movimento romano ha scelto di iniziare “dal quarto municipio, in una conferenza stampa davanti all’ecomostro Ex Penicillina” allo scopo di “dar voce al comitato Nuova Penicillina e alla Rete popolare Tiburtina, che da anni combattono contro la malagestione dei quattro ettari di cemento che ingombrano una delle strade principali di Roma. La denuncia degli abitanti della zona sull’inquinamento da amianto e rifiuti chimici che sommergono l’edificio abbandonato è rimasta inascoltata per troppo tempo. È ora di dire basta!”, conclude la nota.

Foto del Comitato Nuova Penicillina

Le condizioni della fabbrica sono state più volte denunciate negli scorsi anni dal Comitato Nuova Penicillina, che già prima dello sgombero di dicembre 2018 chiedeva l’evacuazione degli abitanti, la bonifica e la riqualificazione della vasta zona. Una battaglia sostenuta anche dal sindacato degli inquilini Asia Usb e dai comitati di quartiere della zona.

La presenza di coperture in amianto nell’ex fabbrica è stata documentata attraverso una relazione redatta dalla società Res.Gea il 26 febbraio 2019. A seguito di questi e altri rilievi, relativi anche alla presenza di residui di produzione e materiali potenzialmente pericolosi nello stabilimento abbandonato, il Comitato ha presentato ad aprile 2019 un esposto diretto alla Asl Roma 2, alla sindaca di Roma Virginia Raggi e al IV Municipio, oltre ai dipartimenti competenti del comune, chiedendo di disporre un’ispezione tecnica certificata per valutare la necessità di una bonifica del territorio.

Foto del Comitato Nuova Penicillina

La fabbrica di penicillina, nota come Leo Penicillina, è stata inaugurata 70 anni fa alla presenza dello scopritore della penicillina Alexander Fleming ed è divenuta una delle più importanti a produrre questo prezioso antibiotico in Italia. Con il passare dei decenni, attraverso alterne fortune e passaggi di proprietà, la fabbrica è entrata in crisi, fino alla chiusura definitiva negli anni Duemila. Con il chimico Andrea Turchi e il fotografo Marco Passaro abbiamo raccontato la sua storia completa nel libro Hotel Penicillina (Infinito edizioni, settembre 2020).

Leggi anche: 1. Ex penicillina Roma, le foto che denunciano la presenza di amianto all’interno della vecchia fabbrica abbandonata /2. Ex Penicillina Roma, parlano gli abitanti: “Siamo disposti ad andare via, ma dateci un’alternativa dove vivere” | VIDEO

3. Fridays for Future non può scendere in piazza e lo sciopero per il clima diventa digitale /4. La storia dell’ex fabbrica di penicillina nel libro “Hotel Penicillina”

56
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.