Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Epatite nei bambini, Crisanti: “Possibile ragione immunitaria”

Immagine di copertina

Sui misteriosi casi di Epatite nei bambini registrati nel mondo nelle ultime settimane “è un po’ presto per esprimersi, ma forse l’indagine sulle cause dovrebbe focalizzarsi su una possibile ragione immunitaria“: lo ha detto il virologo dell’Università di Padova Andrea Crisanti. “Da quello che emerge dal Regno Unito sembrerebbe che sia un’infezione virale da adenovirus una delle ipotesi più quotate. Ora, il perché improvvisamente l’adenovirus si assocerebbe a queste epatiti nei bambini rimane un mistero”, ha detto il direttore del dipartimento di medicina molecolare all’Adnkronos.

“Sembrerebbe che questi bambini si siano infettati tardi con questo virus e che di fatto siano stati in qualche modo preservati per misure di distanziamento. È come quando un adulto si prende la varicella o il morbillo: può avere complicazioni più gravi rispetto a quando prende queste infezioni da piccolo. Potrebbe essere “nel caso in cui si confermi questa ipotesi sull’origine infettiva della patologia, che questi bambini abbiano contratto questi virus in un momento in cui sono più suscettibili“, ha aggiunto il virologo.

“Faccio un altro esempio sulla poliomielite. Questa malattia in Italia aveva un’indice di trasmissione elevatissimo, succedeva quindi che quasi tutti si infettavano quando erano ancora molto piccoli. E nei bambini la polio solo raramente dà la paralisi. Viceversa negli Stati Uniti la maggior parte dei bambini non si infettava, la polio la si prendeva più spesso da grandi e negli adulti causava sempre paralisi. Di fatto era molto più grave questa patologia negli Usa che in Italia, dove nel 1915-1920 per condizioni igieniche scadenti si infettavano tutti molto precocemente”, ha spiegato ancora Cristanti.

Secondo l’esperto “le misure di restrizione hanno forse in qualche modo ritardato l’età, il momento in cui i bambini contraggono malattie comuni. Ritengo si debba esplorare maggiormente l’eventuale ragione immunitaria“, conclude. Sono 169 i casi ufficiali di epatite dei bambini di origine non nota registrati nel mondo secondo i dati dell’Oms: 114 nel Regno Unito e Irlanda del Nord, 13 in Spagna, 12 in Israele, 9 negli Stati Uniti, 6 in Danimarca, 5 in Irlanda, 4 nei Paesi Bassi, 4 in Italia, 2 in Novergia e in Francia, uno in Romania e uno in Belgio. 17 i trapianti di fegato legati alla malattia effettuati finora.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 13.668 casi e 102 morti: tasso di positività al 13%
Cronaca / Roma, incendio in una fabbrica di vernici a Monterotondo, pericolo intossicazione: “Tenete finestre chiuse”
Cronaca / Quarte dosi di vaccino, la campagna non decolla: il governo si è scordato della pandemia?
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 13.668 casi e 102 morti: tasso di positività al 13%
Cronaca / Roma, incendio in una fabbrica di vernici a Monterotondo, pericolo intossicazione: “Tenete finestre chiuse”
Cronaca / Quarte dosi di vaccino, la campagna non decolla: il governo si è scordato della pandemia?
Cronaca / Partorì la figlia mentre era in coma, dopo 2 anni la abbraccia per la prima volta
Cronaca / Morta dopo il vaccino, per lo Stato la sua vita vale 77mila euro
Cronaca / Pistoia, trova la fidanzata in casa con un altro e la accoltella
Cronaca / Roma, anziana rapinata al bancomat: un operaio segue il ladro e lo fa arrestare
Cronaca / Covid, oggi 27.162 casi e 62 morti: tasso di positività al 13,95%
Cronaca / Milano, barista 18enne pedinata e molestata: il padre raggiunge l’aggressore e lo picchia per strada
Cronaca / Lo sfogo di un’impiegata di Elisabetta Franchi: “Vi racconto come tratta le donne”