Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Nasce “Domani”, il nuovo giornale fondato da Carlo De Benedetti che farà concorrenza a Repubblica

Immagine di copertina
Carlo De Benedetti (Credits: ANSA/MASSIMO ALBERICO/FOTOGRAMMA)

Carlo De Benedetti fonda un nuovo giornale: si chiamerà “Domani”

Aveva deciso di lasciare ai suoi figli il gioiello di famiglia, Repubblica e l’intero Gruppo Espresso (inclusivo di tutto il network quotidiani locali, radio, La Stampa e il settimanale Espresso). Lo aveva voluto fare mentre era ancora in vita, ma loro – nel giro di poco – hanno svenduto tutto, a due lire, per incassare un centinaio di milioni e poco più. La storia recente di Rep Carlo De Benedetti, suo proprietario fino a qualche anno fa, la potrebbe riassumere brutalmente così, furioso dopo la condotta dei figli Rodolfo e Marco che hanno steso un tappeto rosso agli Elkann per il controllo del pacchetto azionario di uno fra i due gruppi editoriali più importanti in Italia, “comprato a due spicci”, come ha bene ricostruito Rinaldo Gianola su TPI in questo articolo.

Negli ultimi anni gli Elkann – va ricordato – avevano già assunto, nei confronti dei De Benedetti, una maggiore rilevanza azionaria con la fusione tra Stampa e Repubblica e la creazione di Gedi. Sta di fatto che la svendita di Repubblica agli Elkann è andata talmente poco giù all’Ingegnere che ora, lui stesso, ha annunciato – e se ne parlava da tempo – di fondare un nuovo giornale, cartaceo e web. Si chiamerà Domani. Il proprietario – inutile dirlo – sarà lo stesso De Benedetti. Del nuovo quotidiano, ai suoi figli Rodolfo e Marco, questa volta De Benedetti non lascerà nulla, tanto che alla sua morte – ha annunciato, come anticipato da Open – la proprietà passerà a una fonazione omonima (Domani): “Basta con gli eredi!”.

Qualche settimana fa lo stesso De Benedetti in una intervista al Foglio aveva anticipato l’idea di fondare un nuovo giornale. Ora l’idea sembra essere più concreta. Il nuovo quotidiano farà concorrenza proprio a Repubblica e sarà diretto da un giovane giornalista. Si discute da tempo, nell’ambiente, sull’opportunità e lo spazio che un nuovo quotidiano di orientamento progressista e moderato (di centrosinistra, in altre parole) potrebbe avere nel panorama giornalistico italiano andando a intercettare un pubblico che Repubblica un tempo aveva reso suo e che oggi non trova più nel giornale fondato da Scalfari il suo punto riferimento. Diversi, ma sempre vani, oppure poi sfociati in altre direzioni, sono stati i tentativi nell’arco dell’ultimo ventennio.

Leggi anche:

1. Editoria, Carlo De Benedetti lascia la presidenza onoraria di Gedi / 2. Carlo De Benedetti: “Non voterei la fiducia al governo Conte bis” / 3. Repubblica cambia direttore: Molinari al posto di Verdelli. Giannini a La Stampa

Ti potrebbe interessare
Cronaca / L’accademia della Crusca boccia lo schwa: “Rende tutto un mucchietto di parole”
Cronaca / Covid, Ad Pfizer: “Probabile sia necessario un vaccino all’anno”
Cronaca / Terrorismo: arrestato a Venezia membro di una cellula dell’Isis
Ti potrebbe interessare
Cronaca / L’accademia della Crusca boccia lo schwa: “Rende tutto un mucchietto di parole”
Cronaca / Covid, Ad Pfizer: “Probabile sia necessario un vaccino all’anno”
Cronaca / Terrorismo: arrestato a Venezia membro di una cellula dell’Isis
Cronaca / Covid, positivo un passeggero proveniente dall’Africa sul volo Roma-Alghero: 130 in quarantena
Cronaca / Gualtieri, da sabato obbligo di mascherina nelle zone affollate
Cronaca / Via libera dell'Aifa al vaccino per i bambini dai 5 agli 11 anni
Cronaca / Covid, oggi 15.085 casi e 103 morti: tasso di positività al 2,6%
Cronaca / Covid: la grave forma della malattia raddoppierebbe il rischio di morte anche 12 mesi dopo la guarigione
Cronaca / Caso Greta Beccaglia, il molestatore si trasferisce in una località segreta: “Ora temo per mia figlia”
Cronaca / “Il regime di Al Sisi è responsabile per la morte di Giulio Regeni”, lo dice la Commissione Parlamentare