Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:49
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Il prof Crisanti asfalta il collega Zangrillo: “Troppa euforia. Spero non se ne penta tra due mesi”

Immagine di copertina
Andrea Crisanti e Alberto Zangrillo

Da una parte c’è il professor Andrea Crisanti, direttore del laboratorio di Microbiologia e virologia di Padova. Soprannominato dal governatore Zaia l”uomo dei tamponi’, Crisanti è considerato il padre del “modello Veneto”. È stato anche scelto dalla Procura di Bergamo come consulente nell’inchiesta sulla gestione dell’emergenza Coronavirus nella provincia bergamasca.

Dall’altra parte c’è il professore Alberto Zangrillo, primario e direttore della terapia intensiva dell’ospedale San Raffaele di Milano, detto anche “il medico di Berlusconi”, è salito agli onori della cronaca per le sue affermazioni di metà giugno pronunciate ‘a ”1/2 ora in più‘ da Lucia Annunziata. ‘Clinicamente il nuovo Coronavirus non esiste più” aveva detto il professore a metà giugno sollevando diverse polemiche.

Nel corso dell’ultima puntata di #cartabianca di Bianca Berlinguer è andato in scena un duro confronto tra le due figure di spicco Crisanti e Zangrillo. “Questo senso di euforia ci induce ad abbassare la guardia. Stimo il professor Zangrillo ma spero che tra due mesi non debba pentirsi di aver incoraggiato atteggiamenti poco coerenti”, il professore Crisanti ha bacchettato il collega Zangrillo.

Quest’ultimo stava facendo appello al “buon senso di tutti”: “Anche le regole devono essere di buon senso: la multa al povero ragazzo in panchina non lo è”. A quel punto, il professor Crisanti ha replicato: “Il virus c’è ancora”. E Zangrillo a sua volta ha risposto: “Non posso accettare questa affermazione. Mi sta incolpando di aver detto alla gente ‘liberi tutti’. Non equivochiamo: ho solo riportato la verità. Se poi volete chiudere di nuovo l’Italia fatelo”.


Leggi anche: 1. Crisanti a TPI: “Le donne si negativizzano prima. Il Veneto si è salvato perché abbiamo blindato gli ospedali” (di Selvaggia Lucarelli) / 2. Il prof Zangrillo a TPI: “Il Cts sbaglia e i virologi non capiscono, per le riaperture serve buonsenso, così è assurdo” (di Luca Telese) / 3. Mancata zona rossa, Crisanti sarà il super consulente della procura di Bergamo: “Ora voglio scoprire la verità”

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Frane in Val d’Aosta, Courmayeur senza acqua: “Danni importanti all’acquedotto”
Cronaca / Terracina, bambino di 12 anni muore investito sulle strisce pedonali. Il conducente positivo al test antidroga
Cronaca / Bus diretto a Medjugorje esce di strada: morte 12 persone
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Frane in Val d’Aosta, Courmayeur senza acqua: “Danni importanti all’acquedotto”
Cronaca / Terracina, bambino di 12 anni muore investito sulle strisce pedonali. Il conducente positivo al test antidroga
Cronaca / Bus diretto a Medjugorje esce di strada: morte 12 persone
Cronaca / Abusi sul figlio disabile di 7 anni, arrestata la madre: incastrata da un audio scoperto dal marito
Cronaca / Jovanotti difende il Jova Beach Party: "Contro di me gli eco-nazisti"
Ambiente / È arrivato l’abbonamento cartaceo del settimanale di The Post Internazionale
Cronaca / Esodo estivo, sabato traffico da bollino nero e stop ai tir
Cronaca / Soldi nella cuccia del cane, la Cirinnà ora vuole il denaro: il tribunale respinge la richiesta
Cronaca / L’ultimo saluto a Giulia e Alessia: “Un giorno straziante”
Cronaca / Cagliari, bimbo travolto e ucciso da uno scooter: il 37enne alla guida “era drogato”