Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:34
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Covid, crescono ricoveri e terapie intensive. Ricciardi: “A gennaio forte rialzo dei casi”

Immagine di copertina

Sono due le regioni classificate a rischio alto, 18 quelle a rischio moderato. Tra queste, però, cinque potrebbero passare a un rischio alto, mentre per una Regione la classificazione è a rischio basso. Sono questi i dati che emergono dalla Cabina di regia riunita questa mattina e resi noti dall’Istituto superiore di Sanità. Continua ad aumentare anche l’incidenza settimanale a livello nazionale: 351 per 100mila abitanti contro i 241 per 100mila abitanti della settimana precedente (10/12/2021 – 16/12/2021).

Il forte incremento dei contagi Covid, però, che si registra in questi giorni in Italia “non è ancora al picco, a gennaio ci sarà un rialzo fortissimo dei casi”. A dirlo è Walter Ricciardi, consigliere scientifico del ministro della Salute, a Sky Tg24. È quindi “prevedibile un numero di casi simile a quello visto negli altri Paesi d’Europa”.

In aumento anche il numero di nuovi casi non associati a catene di trasmissione (62.669 contro i 42.675 della settimana precedente), così come la percentuale dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (45% vs 43%) e la percentuale di casi diagnosticati attraverso attività di screening (28% vs 26%). In diminuzione la percentuale dei positivi rilevati attraverso l’attività di tracciamento dei contatti (27% contro il 31% della settimana scorsa).

Dai dati emerge anche che il tasso di occupazione in terapia intensiva è al 10,7%, in aumento quindi rispetto al 9,6% della settimana precedente, ed è al limite della soglia critica il cui parametro è il 10%. A salire è anche l’occupazione in aree mediche a livello nazionale: è al 13,9% contro il 12,1% rilevato al 16 dicembre.

“Con le varianti Delta e in particolare Omicron, che la sorpassa anche di 4-5 volte, la vaccinazione, anche quella con due dosi è fondamentale perché evita di finire in ospedale e di morire, ma non è sufficiente” – spiega Ricciardi – Per cui ci saranno due pandemie: una dei non vaccinati, che avranno conseguenze gravi, e una dei vaccinati, che potranno infettarsi, con quegli inconvenienti di dover stare a casa, fare tamponi e isolarsi”. E aggiunge poi che “Le vaccinazioni restano fondamentali, ma in questa fase ci vuole anche il comportamento, e le misure del governo servono a farci adottare comportamenti sani”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Beppe Grillo indagato a Milano per traffico di influenze illecite: nel mirino i contratti pubblicitari con la Moby
Cronaca / Francesca Amadori licenziata per le assenze ingiustificate: “Non lavorava da inizio dicembre”
Cronaca / Green pass, dalle tabaccherie alle librerie: dove è obbligatorio e dove no
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Beppe Grillo indagato a Milano per traffico di influenze illecite: nel mirino i contratti pubblicitari con la Moby
Cronaca / Francesca Amadori licenziata per le assenze ingiustificate: “Non lavorava da inizio dicembre”
Cronaca / Green pass, dalle tabaccherie alle librerie: dove è obbligatorio e dove no
Cronaca / Covid, oggi 83.403 casi e 287 morti: tasso di positività al 15,4%
Cronaca / Cani Violenti, un podcast di Piano P che racconta risse, pestaggi, incontri clandestini e lo spazio della ferocia nella provincia italiana
Roma / Transfer Service Rome: soluzione Top Class per spostamenti nella Capitale
Cronaca / È morta l’ultima figlia (illegittima) di Mussolini: chi era Elena Curti
Cronaca / Covid, intera famiglia stroncata dal virus: non erano vaccinati
Cronaca / No vax pentito scrive un libro: “Ho creduto di morire, spero di convincere i dubbiosi”
Cronaca / Fabio Fazio contro i no vax: “Disinformazione riempie ospedali, non si può dare spazio”