Covid ultime 24h
casi +29.003
deceduti +822
tamponi +232.711
terapie intensive -2

Ospedale di Crema, l’Ats convoca centinaia di persone allo stesso orario per i tamponi: la foto

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 26 Ott. 2020 alle 18:56 Aggiornato il 26 Ott. 2020 alle 19:00
19
Immagine di copertina

Crema, Ats convoca centinaia di persone allo stesso orario per i tamponi

Stanno facendo molto discutere le foto scattate stamattina all’ospedale Maggiore di Crema, dove l’Ats ha convocato centinaia di persone per essere sottoposte ai tamponi per il Coronavirus. I pazienti, infatti, sono stati chiamati a centinaia, ma l’appuntamento è stato fissato per tutti allo stesso orario. Di conseguenza, in pochi minuti, all’interno del gazebo appositamente allestito all’ingresso dell’ospedale si sono creati grandi assembramenti: un pericolo enorme per tutte le persone che, sebbene dotate di mascherina, sono state convocate dall’Ats in quanto possibili contagiati dal Covid-19.

A denunciare ciò che è avvenuto stamattina è stato il consigliere regionale del M5s, Marco Degli Angeli: “Alcuni cittadini mi hanno girato immagini che creano solo imbarazzo e un forte disservizio per chi è costretto a fare il tampone all’Ospedale Maggiore di Crema”, ha detto. “Stamattina, complice la forte pioggia, più di 500 persone si sono ritrovate assembrate sotto il gazebo posto all’esterno dell’ospedale. Un cittadino ha segnalato che il suo biglietto era il numero 494, ma dopo oltre un’ora dal suo appuntamento aveva ancora 50 persone davanti”, ha continuato. “Anche a Crema – ha concluso – in pochi giorni i numeri dei contagi sono raddoppiati e questa volta i numeri salgono anche tra i giovani. Crema nel primo giro della pandemia è stata colpita duramente, anche gli operatori sanitari e i medici non hanno ancora smaltito stress e stanchezza. Una ferita che rischia di tornare a sanguinare”.

Nei giorni scorsi, anche il direttore sanitario dell’Ats di Milano, Vittorio Demicheli, aveva denunciato il rischio di contrarre il Covid-19 durante l’attesa per il tampone. “Le persone si fanno il tampone e poi continuano a uscire in attesa dell’esito e paradossalmente si contaminano facendo la coda per averlo”, aveva dichiarato. Parole che, oggi, si sono trasformate in fatti.

Leggi anche: 1. Esclusivo TPI: “Che me ne fotte, io gli facevo il tampone già usato e gli dicevo… è negativo guagliò”. La truffa dei test falsi che ha fatto circolare migliaia di positivi in Campania / 2. Conte presenta il nuovo Dpcm: l’Italia in semi-lockdown. Cosa prevede e il testo / 3. Lo studio: 168 su 4738, ecco quanti pazienti sono morti esclusivamente di Covid in Italia

4. Covid, Crisanti: “Tamponi solo ai sintomatici? Sarà una catastrofe. Chi diffonde il virus va stanato subito” / 5. Covid, indennizzi per le aziende penalizzate dal nuovo Dpcm: come e quando arriveranno i contributi / 6. De Luca risponde a TPI sull’inchiesta dei tamponi falsi: “I responsabili devono andare in galera. È epidemia colposa”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

19
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.