Medico pugliese contagia 10 persone tra dottori e infermieri e va a Milano a prendere la figlia: “Scandaloso”

Il governatore Emiliano: "Serve un provvedimento disciplinare!"

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 21 Mar. 2020 alle 16:19 Aggiornato il 23 Mar. 2020 alle 11:43
3.6k
Immagine di copertina
L'ospedale San Pio di Castellaneta Credits: Ansa

L’Ospedale San Pio di Castellaneta, in provincia di Taranto, è diventato un pericoloso focolaio di Coronavirus. Il primo contagiato è un medico dello stesso ospedale pubblico: si tratta di Mario Montemurro, originario di Mottola. Il sindaco della cittadina, il governatore della Regione Puglia e molti medici chiedono il suo licenziamento immediato.

Un medico alla base del contagio: cosa è successo

Montemurro ha avvertito i sintomi nella prima settimana di marzo, ma non ha rispettato i protocolli dettati dalle Autorità Sanitarie nazionali per l’emergenza Coronavirus. Sulla base di una prima ricostruzione, il medico dopo aver accusato sintomi, avrebbe continuato a svolgere la propria attività per due settimane, lavorando a stretto contatto con il personale medico, amministrativo e parasanitario in servizio presso la struttura sanitaria, ma anche con i pazienti stessi.

E così il dottore, direttore del dipartimento Igiene del San Pio, ha trasmesso il virus ameno a tre medici e sette infermieri, risultati tutti positivi anche se per fortuna tutti con sintomi lievi, come riporta il Corriere del Mezzogiorno. Ci sono al momento altre tre casi in corso di valutazione e 54 tamponi sono stati effettuati al personale della struttura sanitaria, ed agli operatori della “Sanità Service” e dei reparti di Endoscopia, Oncologia, Pronto Soccorso e Radiologia . Ci sono ben 4 caposala dell’ospedale San Pio in malattia nelle rispettive abitazioni: i controlli con il tampone proseguiranno oggi e domani anche su tutto il personale che ha avuto contatti con i sanitari contagiati.

La denuncia: “M. è anche andato a Milano a prendere sua figlia”

Come se non bastasse, il dottore di Mottola non sarebbe restato solo nel suo comune. A denunciarlo è un altro medico che lavora all’ospedale San Pio, che preferisce restare anonimo, e ha detto a TPI: “La situazione è ancora più grave di così: Montemurro ha lasciato anche la Puglia e è andato a prendere sua figlia a Milano, spostandosi nonostante i divieti del decreto”.

Poi l’affondo: “Lui, che è specializzato in Igiene, dovrebbe vergognarsi: non usava i protocolli sanitari e ha contagiato tantissime persone del personale medico del San Pio. È davvero scandaloso”.

L’allarme del Sindaco

A lanciare l’allarme è stato Giovanni Gugliotti, sindaco di Castellaneta: “Quello che è accaduto è gravissimo, inaudito, inconcepibile. Un medico, che lavora in ospedale, è andato lì, in nosocomio, e invece di passare dal pre-triage come prevedono la procedura e i protocolli, è andato regolarmente al pronto soccorso, come se nulla fosse, e da lì è andato poi nei reparti. Si è permesso il lusso di girare vari reparti e ora abbiamo medici, caposala e impiegati della direzione sanitaria positivi”, sottolinea il primo cittadino in una diretta Facebook.

“A Castellaneta fino a qualche giorno fa non avevamo nessun caso . Invitiamo tutti i cittadini di rispettare le regole , restando a casa. – ricorda Gugliotti – È semplicemente assurdo che a causare tutto ciò sia stata la leggerezza di un medico“. Ed ora sta per partire l’inchiesta della Procura di Taranto per gli aspetti penali.

+++ AGGIORNAMENTI 20.03.20 +++Ecco i risultati dei tamponi eseguiti all’ospedale di Castellaneta. 🙏 Vi prego: RESTATE A CASA!!!

Posted by Giovanni Gugliotti on Friday, March 20, 2020

“A Castellaneta fino a qualche giorno fa non avevamo nessun caso . Invitiamo tutti i cittadini di rispettare le regole , restando a casa. – ricorda Gugliotti – E’ semplicemente assurdo che a causare tutto ciò sia stata la leggerezza di un medico“. Ed ora sta per partire l’inchiesta della Procura di Taranto per gli aspetti penali.

I provvedimenti del governatore della Regione Puglia

Dal canto suo, il governatore pugliese Michele Emiliano ha chiesto l’avvio di un procedimento disciplinare e l’eventuale licenziamento del dipendente dell’ospedale San Pio di Castellaneta. Lo comunica lo stesso Emiliano, precisando di aver informato il procuratore di Taranto “per consentirgli di iniziare tempestivamente la sua doverosa indagine”.

Molti tamponi attendono ancora un risultato e i cittadini della provincia di Taranto attendono una risposta dalle istituzioni. E delle scuse dal dottor Montemurro.

Leggi anche: 1. Coronavirus, l’Italia supera 3mila morti: più della Cina e di tutti gli altri Paesi del mondo 2.  “Un ospedale per i malati ci sarebbe: il Forlanini, ma la Regione lo ha bloccato”. Parla il prof Martelli

3. Coronavirus, i ricercatori cinesi in Italia: “Vi abbiamo portato il plasma con gli anticorpi” /4. Coronavirus, Bergamo: così vengono curati i pazienti, sistemati anche nei corridoi

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

3.6k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.