Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 15:46
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Covid, 16.146 nuovi casi e 477 morti: il bollettino del 15 gennaio

Immagine di copertina

Coronavirus Italia, bollettino oggi 15 gennaio: morti, contagi, guariti

Ultime 24 ore

  • Nuovi casi: 16.146
  • Decessi: 477 
  • Tamponi effettuati: 273.506 (di cui 116.859 processati con test antigenico rapido)
  • Ricoveri in terapia intensiva: -35

I numeri della pandemia

  • Attualmente positivi: 558.068
  • Casi totali: 2.352.423
  • Decessi: 81.325
  • Guariti: 1.713.030

Secondo il bollettino di oggi, venerdì 15 gennaio, sul Coronavirus in Italia pubblicato dal Ministero della Salute e dalla Protezione Civile, sono 16.146 i nuovi casi, contro i 17.246 di ieri, e 477  i morti (ieri erano stati 522), a fronte di 273.506 tamponi totali effettuati (ieri erano stati 160.585). Da oggi il bollettino contiene anche il numero dei tamponi rapidi eseguiti, che sono 116.859 degli oltre 273mila citati.

In leggero calo dunque la curva epidemica in Italia .Se si contassero solo i tamponi molecolari (156.647), come fatto fino a ieri, il tasso di positività sarebbe del 10,3 per cento, in lieve calo rispetto al 10,7 di ieri. Contando anche i test rapidi il tasso scende al 5,9 per cento.

Le persone attualmente positive al Covid sono 558.068 (-3.312). Il bilancio delle vittime ammonta a 81.325 (+477) decessi. I guariti invece sono 1.713.030 (+18.979), per un totale di 2.352.423 (+16.146) casi: questi i dati completi resi noti oggi nel bilancio sull’epidemia di Covid in Italia. Incoraggiante il trend dei ricoveri, che si conferma in discesa. Degli attualmente positivi, 22.841 (-269) sono ricoverati in ospedale, 2.522 (-35, con 156 ingressi del giorno) necessitano di terapia intensiva, mentre 532.705 si trovano in isolamento domiciliare.

Leggi anche: 1. Nuovo Dpcm: scuole, impianti da sci, visite ai parenti. Le regole in vigore dal 16 gennaio / 2. Zona rossa per Lombardia, Sicilia e Bolzano. Nove regioni diventano arancioni: Speranza pronto a firmare l’ordinanza / 3. Come leggere i dati Covid: il preoccupante trend dell’Umbria

4. La protesta dei ristoratori che violano il Dpcm e restano aperti: “Siamo disperati, dal governo solo briciole” / 5. Galli: “Sono fuori di me, stiamo dando il vaccino anche a chi è già guarito dal Covid” / 6. Calabria, tamponi e vaccini Covid ad amici e parenti: “Portate pure i gatti”. Sospeso direttore sanitario dell’ospedale

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: I NUMERI

Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Il Green pass rende liberi”, preside di Ferrara rievoca Auschwitz: sospeso dal servizio
Cronaca / Feltri difende Barbara Palombelli: “Sui femminicidi ha ragione”
Cronaca / Bambino di 4 anni caduto dal balcone a Napoli, il domestico: “L’ho lasciato cadere”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Il Green pass rende liberi”, preside di Ferrara rievoca Auschwitz: sospeso dal servizio
Cronaca / Feltri difende Barbara Palombelli: “Sui femminicidi ha ragione”
Cronaca / Bambino di 4 anni caduto dal balcone a Napoli, il domestico: “L’ho lasciato cadere”
Cronaca / 2.407 nuovi casi e 44 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 2%
Cronaca / Frosinone, detenuto spara ad altri tre reclusi: “La pistola arrivata in carcere con un drone”
Cronaca / Vaccini, iniziata la somministrazione della terza dose per soggetti fragili e a rischio
Cronaca / L’Earth Technology Expo a Firenze dal 13 al 16 ottobre
Cronaca / Gkn, accolto il ricorso Fiom: il giudice blocca i licenziamenti per 422 dipendenti
Cronaca / Droga: spaccio a Catania, coinvolti anche bambini di 10 anni
Cronaca / Morte Luana D’Orazio, la perizia della procura: “L’orditoio era stato manomesso”