Covid ultime 24h
casi +26.831
deceduti +217
tamponi +201.452
terapie intensive +115

Coronavirus, a Roma spuntano i venditori abusivi di mascherine

I “trafficanti di mascherine” si trovano a pochi passi dalla stazione e le vendono a 10 euro al pezzo

Di Antonio Scali
Pubblicato il 2 Feb. 2020 alle 21:10 Aggiornato il 2 Feb. 2020 alle 21:12
1.7k
Immagine di copertina

Coronavirus, a Roma spuntano i venditori abusivi di mascherine

Se eravate abituati a pensare ai bagarini davanti allo stadio prima di una partita o di un concerto, dovete ricredervi. La nuova frontiera del bagarinaggio si lega infatti al coronavirus, l’epidemia partita dalla Cina e che sta tenendo il mondo con il fiato sospeso.

“Una mascherina a dieci euro”. Se vi imbattete per la stazione Termini di Roma potrebbe capitarvi di sentire questa frase, detta appunto da un moderno bagarino. Si tratta delle mascherine che nelle ultime settimane sono diventate richiestissime dopo la diffusione anche in Europa del coronavirus.

Sfruttando la paura e l’allarmismo di questi giorni, c’è chi ha pensato di lucrarci sopra mettendo in piedi un commercio illegale di mascherine anti-coronavirus. I bagarini stanno affollando in particolare le zone vicine alla stazione Termini di Roma, in modo da intercettare i viaggiatori in ingresso nella Capitale. C’è chi, in preda all’ansia, compra interi pacchi, complice anche il fatto che siano quasi introvabili nei negozi e nelle farmacie.

Ricordiamo però il consiglio degli esperti: “Le mascherine non forniscono alcuna protezione dal coronavirus. Servono a non far diffondere il virus da parte di chi lo ha già contratto”. Diffidare, dunque, in particolare in caso di dubbia provenienza come quelle acquistate dai bagarini.

bagarini mascherine

Leggi anche:

I medici dello Spallanzani hanno isolato il Coronavirus

Chi sono le ricercatrici italiane che hanno isolato il Coronavirus allo Spallanzani

Coronavirus, la Cina sapeva: 10 giorni di silenzio dietro al contagio

Coronavirus: primi due casi accertati in Italia, chiuso traffico aereo da e per la Cina

Coronavirus in Italia, psicosi razzista: “Alla larga dai cinesi!” (di G. Gambino)

1.7k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.