Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 11:03
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

“La Chiesa non abbandoni i preti pedofili, ma li accompagni nel cammino di riconciliazione”: l’appello della suora-terapeuta

Immagine di copertina

In un saggio suor Anna Deodato, membro della commissione della Cei contro agli abusi, auspica che "ciascuno sia accompagnato nel suo cammino di responsabilizzazione"

“La Chiesa non abbandoni i preti pedofili”: l’appello della suora-terapeuta

La Chiesa non deve abbandonare i preti pedofili al loro destino, ma garantire loro l’accompagnamento pastorale e psicologico. A sostenerlo è suor Anna Deodato, terapeuta e religiosa delle ausiliare diocesane di Milano e membro della commissione della Cei contro agli abusi, in un saggio pubblicato sulla Rivista del Clero Italiano. Alcuni passaggi del saggio sono stati pubblicati in un articolo firmato da Franca Giansoldati sul Messaggero.

Una prima parte del saggio – più ampia – è dedicata alle vittime degli abusi dei preti pedofili e al cammino lungo il quale devono essere accompagnate. Deodato riconosce che troppe volte in passato gli abusi sono stati coperti per salvare l’immagine della Chiesa, piuttosto che tutelare i minori. Ma secondo lei è importante anche prendersi cura dei pedofili per impedire loro di reiterare il reato che hanno commesso. “Non manca una parola di impegno a non lasciare soli coloro che hanno commesso questo crimine”, si legge nel saggio. “Ci si impegna affinché ciascuno sia accompagnato nel suo cammino di responsabilizzazione, di richiesta di persone o di riconciliazione e riparazione, di cura psicologica e sostegno spirituale. Anche questa, dobbiamo ricordarcelo, è una opera di giustizia e pace”.

Alla base della riflessione della suora c’è l’idea di una Chiesa “compassionevole, trasparente e responsabile”, in grado di prendersi cura anche di chi ha commesso i peggiori crimini, dedicandosi “alla conversione ogni soggetto ecclesiale”. “L’abuso fa parte di linee sismiche che attraversano il mondo”, sottolinea la suora. “Anche su questa faglia l’operatore pastorale trova il suo proprio posto accanto a chi ha tanto sofferto e a coloro che hanno procurato questo dolore”.

A dicembre 2019 Papa Francesco ha sancito una svolta storica sul tema, abolendo il segreto pontificio nelle cause canoniche di abusi sessuali su minori, attraverso l’Istruzione “Sulla riservatezza delle cause” diffusa nel giorno dell’83esimo compleanno del Pontefice.

Leggi anche: 1. “È inutile che il Papa pianga per l’insabbiamento della pedofilia”: i sopravvissuti agli abusi del clero in Italia non si accontentano delle scuse /2. ESCLUSIVO: “Nessuno mi restituirà mai il padre che non ho avuto”, a TPI parla la figlia di un prete cattolico

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Sardegna e Sicilia rischiano la zona gialla: i ricoveri superano la soglia del 10%
Cronaca / Come scaricare il Green Pass se non hai ricevuto l’sms
Cronaca / Pisa, il mistero dello studente morto carbonizzato: si indaga sulle chat di un gioco online
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Sardegna e Sicilia rischiano la zona gialla: i ricoveri superano la soglia del 10%
Cronaca / Come scaricare il Green Pass se non hai ricevuto l’sms
Cronaca / Pisa, il mistero dello studente morto carbonizzato: si indaga sulle chat di un gioco online
Cronaca / Governo verso il nuovo decreto: green pass obbligatorio per i trasporti e ristoranti, no aziende e scuola
Cronaca / “Lei sarà dispensato dal lavoro”: azienda di Bologna licenzia 90 persone con un messaggio Whatsapp
Cronaca / L'Ema: "Vaccino efficace contro Delta, per ora non serve terza dose"
Cronaca / Immunizzato il 60,7%  della popolazione italiana
Cronaca / 23 morti e 3.190 casi nell'ultimo giorno: tasso di positività sale al 3,8%
Cronaca / Focolaio a Pantelleria dopo una festa: 70 positivi, tre intubati
Cronaca / Attacco hacker alla Regione Lazio, bloccate le prenotazioni dei vaccini. Zingaretti: “È terrorismo”