Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:49
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Carabiniere ucciso a Roma, spunta un audio: “Non dire a nessuno di quell’ordine di servizio”

Immagine di copertina
Mario Cerciello Rega, vicebrigadiere dei carabinieri, morto la notte tra il 26 e il 27 luglio 2019

A quasi un anno dall’uccisione del vicebrigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega durante un’operazione in borghese a Roma, spunta un audio che getta nuove ombre sulla notte dell’omicidio. La voce è quella del maresciallo Gaetano Armao e l’interlocutore è Andrea Varriale, il collega che era con Cerciello Rega quando questi fu accoltellato  a morte. È il 30 luglio 2019 e sono passati quattro giorni dall’uccisione del vicebrigadiere: Armao raccomanda al suo sottoposto Varriale di “non parlare con nessuno di questa cosa dell’ordine di servizio”.

A rivelare l’audio è il sito web del Corriere della Sera. Si tratta di un messaggio vocale scovato nel cellulare di Varriale dai periti della difesa dei due imputati nel processo per l’omicidio del carabiniere, i giovani statunitensi Finnegan Lee Elder e e Christian Natale Hjorth, assistiti rispettivamente dagli avvocati Renato Borzone con Roberto Capra e da Francesco Petrelli con Fabio Alonzi.

“Andrea, di questa cosa dell’ordine di servizio non ne parlare con nessuno. Vieni dritto da me e lo compiliamo, va bene? Fine. Non ne parlare con nessuno”, dice il maresciallo Armao. Secondo i periti, l’ordine di servizio di cui parla si riferisce all’operazione di identificazione di Sergio Brugiatelli, che la notte dell’omicidio fece da intermerdiario tra i due americani e uno spacciatore di droga, Italo Pompei, poi rivelatosi essere un informatore delle forze dell’ordine (qui la ricostruzione completa di quella notte).

Leggi anche: 1. Siete proprio sicuri che Montanelli sposò una 12enne in Eritrea? Spunta un testimone: “Qualcosa non torna, quel figlio mai visto” / 2. Fondi Lega, fermato il liquidatore: stava scappando in Brasile. Indagati anche tre commercialisti vicini al Carroccio

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vertice del centrosinistra sul Quirinale, Letta: “Nessuna intesa sui nomi, ne parleremo con il centrodestra”
Cronaca / “In passato abitavo ai Parioli e avevo tre Ferrari”. La storia di Alberto che oggi vive per strada
Cronaca / Insulti a David Sassoli dopo la morte, denunciato noto attivista No Vax
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vertice del centrosinistra sul Quirinale, Letta: “Nessuna intesa sui nomi, ne parleremo con il centrodestra”
Cronaca / “In passato abitavo ai Parioli e avevo tre Ferrari”. La storia di Alberto che oggi vive per strada
Cronaca / Insulti a David Sassoli dopo la morte, denunciato noto attivista No Vax
Cronaca / Silvestri: “Covid come influenza? C’è il rischio di variante più feroce in autunno”
Cronaca / Covid, Ema frena sulla quarta dose. Studio Israele: “Parziale protezione contro Omicron”
Cronaca / Beppe Grillo, l’accusa della procura: “Ha veicolato le richieste di Moby ai politici”. Le pressioni in chat a Toninelli
Cronaca / Covid, oggi 228.179 casi e 434 morti: tasso di positività al 15,4%
Cronaca / Lo studio: “Se tutti gli italiani si fossero vaccinati ci sarebbero stati 1.200 morti in meno”
Cronaca / Sassari, iniettata aria al posto dei vaccini: paura per 20 pazienti
Cronaca / Stretto di Messina, i no pass restano ancora bloccati (e spuntano gli scafisti)