Covid ultime 24h
casi +8.824
deceduti +377
tamponi +158.674
terapie intensive +41

Cosa si può fare a Capodanno? Le regole e i divieti

Di Antonio Scali
Pubblicato il 30 Dic. 2020 alle 10:53 Aggiornato il 30 Dic. 2020 alle 11:12
12
Immagine di copertina

Cosa si può fare a Capodanno 2020? Le regole e i divieti

Dopo tre giorni in zona arancione, l’Italia da giovedì 31 dicembre 2020 rientra in zona rossa. Sarà dunque un Capodanno diverso dal solito, senza feste in piazza o nelle case, per evitare pericolosi assembramenti che potrebbero portare ad un’impennata dei contagi. Quali sono dunque le regole e i divieti per la notte di Capodanno? Cosa si può fare e cosa no il 31 dicembre e il 1 gennaio? Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Capodanno 2020: cosa si può fare e cosa no | Spostamenti

Sia il 31 dicembre 2020 che il 1 gennaio 2021 l’Italia intera sarà zona rossa. Anche se si tratta dell’ultimo dell’anno, resta in vigore il coprifuoco a partire dalle 22, che per l’occasione si allunga fino alle 7 del mattino. Niente feste in piazza o in discoteca, dunque, ma dovremo accontentarci di un brindisi a casa con i familiari. Vediamo più nel dettaglio le regole restrittive introdotte dal Decreto Natale.

Sono vietati sia gli spostamenti tra Regioni diverse sia quelli tra Comuni, fatti salve situazioni lavorative, comprovati motivi di salute o necessità. In questi casi bisognerà esibire l’autocertificazione. Il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione è sempre un motivo legittimo di spostamento. Ricordiamo inoltre che anche a Capodanno è possibile, una sola volta al giorno, spostarsi per fare visita a parenti o amici, anche verso altri Comuni, ma sempre e solo all’interno della stessa Regione e nel limite massimo di due persone.

La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono. Si può andare ad assistere un parente o un amico non autosufficienti. Non sarà possibile raggiungere le seconde case se situate fuori Regione. Ogni spostamento dovrà essere dimostrato attraverso l’autodichiarazione. La veridicità delle autodichiarazioni sarà oggetto di controlli successivi e l’accertata falsità di quanto dichiarato costituisce reato.

Negozi, bar e ristoranti

Bar, ristoranti e le altre attività di ristorazione sono aperti esclusivamente per la vendita da asporto e per la consegna a domicilio. Vietati anche i veglioni negli hotel: l’ultimo DPCM, infatti, prevede l’effettuazione del servizio in camera dalle ore 18:00 del 31 dicembre fino alle ore 7:00 del 1° gennaio. I negozi e i centri commerciali resteranno chiusi, fatta eccezione per la vendita di generi alimentari e di prima necessità (anche all’interno dei centri commerciali). Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie e le parafarmacie.

Si potrà svolgere attività motoria nei dintorni della propria abitazione e attività sportiva (tra cui jogging) non necessariamente nei dintorni purché in forma individuale. Consentito inoltre andare a Messa o svolgere attività di volontariato, sempre rispettando gli orari del coprifuoco, che a Capodanno 2020, lo ricordiamo, va dalle 22 alle 7. Per i trasgressori sono previste multe da 400 euro fino a 1.000 euro.

Leggi anche: 1. Covid, la Spagna terrà un registro con i nomi di chi rifiuta il vaccino / 2. A Briatore non è bastata la lezione: assembramenti al Billionaire di Dubai | VIDEO / 3. In Italia le piste da sci sono chiuse per Covid, in Austria invece sono prese d’assalto nonostante il lockdown

4. Sileri: “Vaccino obbligatorio se la campagna non raggiunge i due terzi della popolazione” / 5. Vaccino, la Germania acquista da Pfizer 30 milioni di dosi extra. Scoppia la polemica / 6. Vaccino Covid, il farmacologo Garattini a TPI: “Non sarà disponibile rapidamente, misure ancora fondamentali”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

12
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.