Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 09:59
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Nuovo decreto, il calendario delle riaperture dal 26 aprile: date e attività

Immagine di copertina
Credit: ansa foto

Nuovo decreto, il calendario delle riaperture dal 26 aprile

Oggi, lunedì 26 aprile 2021, entra in vigore il nuovo decreto anti-Covid che prevede, tra le altre cose, la reintroduzione della zona gialla.

Qui il calendario delle riaperture con le date di ripartenza di ristoranti, locali, cinema, teatri, stadi, palestre, piscine, stabilimenti termali, balneari e parchi tematici. Ecco cosa riapre e quando in zona rossa, arancione e gialla.

• Il 26 aprile: riaprono bar e ristoranti a pranzo e cena “con consumo al tavolo esclusivamente all’aperto”, ma solo in zona gialla. Ci si potrà anche spostare tra le regioni gialle. I ragazzi e le ragazze delle superiori torneranno in classe al 60 per cento invece che al 50 nelle regioni gialle e arancioni – che sono la stragrande maggioranza – e al 50 per cento nelle regioni rosse. I bambini di nidi, materne, elementari e medie invece saranno tutti a scuola nelle zone gialle. Anche l’Università si prepara a tornare in presenza al 100 per cento. Un obiettivo che realisticamente si realizzerà solo in autunno, anche perché le lezioni negli atenei terminano per lo più nel mese di maggio.

Riaprono i musei, i cinema, i teatri solo all’aperto in zona rossa e arancione, anche al chiuso in zona gialla. Riprendono gli sport di squadra e di contatto, esclusivamente in zona gialla.

• Il 15 maggio: sempre solo in zona gialla, riaprono le piscine all’aperto;

• Il 1 giugno: in zona gialla, riaprono – ma solo a pranzo – anche gli spazi al chiuso dei locali. Riaprono le palestre e, sempre in zona gialla, torna il pubblico negli stadi (massimo 1000 persone) e nei palazzetti dello sport (massimo 500 persone);

• Il 1 luglio: in zona gialla, riaprono fiere, convegni e congressi, centri termali e parchi tematici.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Open Arms, Richard Gere sarà fra i testimoni nel processo a Salvini. Seduta rinviata al 17 dicembre
Cronaca / No green pass, ancora proteste a Roma: oggi due cortei non autorizzati. Nuovo presidio a Trieste
Cronaca / ESCLUSIVO - Gaia Padovani, primo medico non vedente in Italia: "Mi sto specializzando ma ora vogliono impedirmelo"
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Open Arms, Richard Gere sarà fra i testimoni nel processo a Salvini. Seduta rinviata al 17 dicembre
Cronaca / No green pass, ancora proteste a Roma: oggi due cortei non autorizzati. Nuovo presidio a Trieste
Cronaca / ESCLUSIVO - Gaia Padovani, primo medico non vedente in Italia: "Mi sto specializzando ma ora vogliono impedirmelo"
Cronaca / Covid, oggi 3.882 casi e 39 morti: tasso di positività allo 0,8%
Cronaca / Camilla è “morta per reazioni al vaccino AstraZeneca”, le conclusioni del medico legale
Cronaca / “Criminale senza scrupoli”: la garante dei detenuti di Ivrea paragona Draghi a Cesare Battisti
Cronaca / Green pass per lavorare: perché in Italia si e all’estero no
Cronaca / Processo Ruby ter, Berlusconi assolto a Siena
Cronaca / Covid, oggi 3.794 casi e 36 morti: tasso di positività allo 0,7%
Cronaca / È arrivato il numero 6 del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale