Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:51
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Nuovo decreto, il calendario delle riaperture dal 26 aprile: date e attività

Immagine di copertina
Credit: ansa foto

Nuovo decreto, il calendario delle riaperture dal 26 aprile

Oggi, lunedì 26 aprile 2021, entra in vigore il nuovo decreto anti-Covid che prevede, tra le altre cose, la reintroduzione della zona gialla.

Qui il calendario delle riaperture con le date di ripartenza di ristoranti, locali, cinema, teatri, stadi, palestre, piscine, stabilimenti termali, balneari e parchi tematici. Ecco cosa riapre e quando in zona rossa, arancione e gialla.

• Il 26 aprile: riaprono bar e ristoranti a pranzo e cena “con consumo al tavolo esclusivamente all’aperto”, ma solo in zona gialla. Ci si potrà anche spostare tra le regioni gialle. I ragazzi e le ragazze delle superiori torneranno in classe al 60 per cento invece che al 50 nelle regioni gialle e arancioni – che sono la stragrande maggioranza – e al 50 per cento nelle regioni rosse. I bambini di nidi, materne, elementari e medie invece saranno tutti a scuola nelle zone gialle. Anche l’Università si prepara a tornare in presenza al 100 per cento. Un obiettivo che realisticamente si realizzerà solo in autunno, anche perché le lezioni negli atenei terminano per lo più nel mese di maggio.

Riaprono i musei, i cinema, i teatri solo all’aperto in zona rossa e arancione, anche al chiuso in zona gialla. Riprendono gli sport di squadra e di contatto, esclusivamente in zona gialla.

• Il 15 maggio: sempre solo in zona gialla, riaprono le piscine all’aperto;

• Il 1 giugno: in zona gialla, riaprono – ma solo a pranzo – anche gli spazi al chiuso dei locali. Riaprono le palestre e, sempre in zona gialla, torna il pubblico negli stadi (massimo 1000 persone) e nei palazzetti dello sport (massimo 500 persone);

• Il 1 luglio: in zona gialla, riaprono fiere, convegni e congressi, centri termali e parchi tematici.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Latina, due giovani di 17 e 20 anni massacrano di botte un passante per “sfogarsi”
Cronaca / Ventimiglia, migrante aggredito in strada con spranghe e bastoni | VIDEO
Cronaca / Resse e assembramenti per le scarpe della Lidl: supermercato di Milano preso d’assalto
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Latina, due giovani di 17 e 20 anni massacrano di botte un passante per “sfogarsi”
Cronaca / Ventimiglia, migrante aggredito in strada con spranghe e bastoni | VIDEO
Cronaca / Resse e assembramenti per le scarpe della Lidl: supermercato di Milano preso d’assalto
Cronaca / Covid, 5.080 casi e 198 morti nell'ultimo giorno
Cronaca / Torino, transgender aggredita per strada mentre passeggia con il suo fidanzato
Cronaca / Sileri: “Addio mascherine quando avremo 30 milioni di italiani vaccinati”
Cronaca / Cina, si apre il ponte di vetro: turista rimane aggrappato a 100 metri di altezza
Cronaca / Report: "Berlusconi sapeva che Renzi avrebbe fatto cadere il governo Letta"
Cronaca / Pesaro, 18enne aggredito dal branco per smalto sulle unghie
Cronaca / Salerno, aggredita con spinte e calci la figlia dell’allenatore del Pescara Grassadonia: “O perde o finisce male”