Ostia: il padre cercò di venderlo ai bagnanti, ora la madre lo porta via dall’ospedale senza permesso

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 11 Ago. 2020 alle 16:03
118
Immagine di copertina

È stato portato via dalla mamma il bambino rom di 2 anni che a fine luglio venne ‘offerto’ per prestazioni sessuali in cambio di soldi dal padre 25enne a un turista sul lungomare di Ostia. Il bimbo era ricoverato presso l’ospedale Grassi ed è stato portato via dalla madre intorno alle 11. La donna però aveva perso la patria potestà sul piccolo.

A cercare la donna sono i poliziotti del commissariato di Ostia e i colleghi del Reparto Volanti, il cui intervento è stato richiesto da responsabili del nosocomio non appena accortisi della sparizione della bimba.

A fine luglio, il padre, un ragazzo di 25 anni, si era avvicinato a un turista e gli aveva offerto prestazioni sessuali con un bambino di due anni in cambio di pochi soldi. L’episodio era avvenuto sul lungomare Amerigo Vespucci di Ostia. Al momento del fermo del padre, il bambino era stato trovato in condizioni di denutrizione e ricoverato in ospedale.

118
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.