Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 13:10
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

“Gli autistici non li vogliamo”: albergo cancella la prenotazione di dieci famiglie per Capodanno

Immagine di copertina

Gli autistici non ce li vogliamo: albergo cancella la prenotazione

Un gruppo di ragazzi autistici è stato messo alla porta da un albergo. Il motivo? La loro patologia. I disabili infatti non sono ben voluti per Capodanno dalla struttura “Terme di Pompeo- Fontana Olente” di Ferentino, a dieci chilometri di distanza da Frosinone.

I disabili non sono benaccetti

Le famiglie con alcuni figli autistici, dieci ragazzi tra i 12 e i 18 anni, tra cui romani, campani, piemontesi, passano spesso le feste insieme. Sono giovani disabili che fanno terapia psicocognitiva. Una famiglia doveva addirittura rientrare per l’occasione in Italia dal Portogallo.

Ma non ci sarà nessun Capodanno in albergo per i ragazzi. Niente fuochi d’artificio, musica o brindisi. Con la stessa modalità con cui alcuni alberghi specificano che non accettano cani e altri animali domestici, al “Terme di Pompeo” hanno detto, sostanzialmente, di non accettare autistici.

Quando le famiglie dei ragazzi disabili hanno prenotato hanno avuto la solita calorosa accoglienza dall’hotel, ma alla parola autismo sono iniziate le scuse, dal numero chiuso per i bambini a quelle su una struttura non attrezzata. E alla fine tutta la verità è venuta a galla.

Le scuse del proprietario

“Voi dovete mettervi nei miei panni, io ho il dovere di garantire tranquillità e relax per i nostri clienti”, ha detto il direttore della struttura ricettiva.

Il direttore ha poi peggiorato la situazione dicendo: “Se volete possiamo organizzare un fine settimana e vi do tutta la struttura”. Persone “normali” divise da quelle disabili dunque. Alla faccia dell’integrazione.

Dopo l’accaduto l’albergo ha cercato di scusarsi: “Una realtà e persone che non conosciamo. Abbiamo avuto paura e abbiamo dovuto pensare alla struttura. Se non fosse stato così pecunia non olet. Pagavano come gli altri…”.

Le “Terme di Pompeo” non sembrano dunque accessibili ai disabili, né nel 2019 né nel 2020. I dieci ragazzi dovranno trovare un nuovo posto per brindare.

Leggi anche: 

“Sono cresciuta senza sapere di essere autistica”: la testimonianza di una donna con la sindrome di Asperger

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Modena, incidente sul lavoro: una donna di 41 anni muore incastrata in un macchinario
Cronaca / La trapper Chadia Rodríguez accusata di una rapina con lo spray al peperoncino
Cronaca / Sardegna e Sicilia rischiano la zona gialla: i ricoveri superano la soglia del 10%
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Modena, incidente sul lavoro: una donna di 41 anni muore incastrata in un macchinario
Cronaca / La trapper Chadia Rodríguez accusata di una rapina con lo spray al peperoncino
Cronaca / Sardegna e Sicilia rischiano la zona gialla: i ricoveri superano la soglia del 10%
Cronaca / Come scaricare il Green Pass se non hai ricevuto l’sms
Cronaca / Pisa, il mistero dello studente morto carbonizzato: si indaga sulle chat di un gioco online
Cronaca / Governo verso il nuovo decreto: green pass obbligatorio per i trasporti e ristoranti, no aziende e scuola
Cronaca / “Lei sarà dispensato dal lavoro”: azienda di Bologna licenzia 90 persone con un messaggio Whatsapp
Cronaca / L'Ema: "Vaccino efficace contro Delta, per ora non serve terza dose"
Cronaca / Immunizzato il 60,7%  della popolazione italiana
Cronaca / 23 morti e 3.190 casi nell'ultimo giorno: tasso di positività sale al 3,8%