Caso Botteri, Tomaso Trussardi difende la moglie Michelle Hunziker

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 4 Mag. 2020 alle 10:09 Aggiornato il 4 Mag. 2020 alle 10:12
205

Michelle Hunziker – Giovanna Botteri: Tomaso Trussardi interviene nella bufera

Tomaso Trussardi ha difeso la moglie Michelle Hunziker dopo le polemiche scoppiate in seguito al servizio di Striscia la Notizia sulla giornalista Giovanna Botteri. “Nella falsa convinzione di difendere una donna ne state brutalmente ferendo e bullizzando altre non colpevoli – ha scritto nelle Stories di Instagram Trussardi -. Distanti, ma vicini? Io ci credevo”.

“L’entità delle minacce (molte di morte) che ci sono state rivolte – continua Tomaso Trussardi su Instagram – ed il bullismo anche femminile è stato esponenzialmente superiore a ciò di cui è stata accusata ingiustamente mia moglie […] L’amarezza sta nel constatare che queste accuse nascono da una stampa il cui ruolo dovrebbe imporre di riportare e spiegare i fatti non fomentare odio e distanze”.

tomaso trussardi

Anche la figlia Aurora Ramazzotti ha difeso la madre nella polemica sul caso Botteri e ha condiviso le parole di Tomaso Trussardi nelle sue Stories di Instagram scrivendo: “Non aggiungo altro”.

Caso Michelle Hunziker – Giovanna Botteri

Nel filmato del tg satirico di Antonio Ricci si dava conto degli attacchi ricevuti sui social dalla corrispondente Rai dalla Cina Giovanna Botteri per il look con cui si presenta in video – a detta di alcuni non sufficientemente curato – e si raccontava con tono ironico che la sera del 24 aprile Giovanna Botteri si è presentata in onda dopo essersi fatta uno shampoo “in risposta alle tante frecciate velenose”. L’accusa è quella di aver fatto body shaming nei confronti della giornalista.

La risposta di Michelle Hunziker agli attacchi

“Dicono che noi abbiamo offeso pesantemente una giornalista che si chiama Giovanna Botteri – ha  detto Michelle Hunziker in un video -. Cosa assolutamente non vera perché noi di Striscia abbiamo mandato in onda un servizio a favore di questa giornalista, dicendo che tanti media e molti social l’hanno presa in giro per il suo look e invece noi prendiamo atto del fatto che si è fatta un’ottima messa in piega. Questo non è attaccare una persona, ma rimanere nei toni di Striscia come sempre e soprattutto non è body shaming. Cerchiamo di andare a vederle bene le cose prima di accusare”.

La risposta di Striscia la Notizia

La redazione di Striscia la Notizia ha scritto una lettera di risposta per difendersi dall’accusa di aver fatto body shaming nei confronti della corrispondente Rai dalla Cina.  Questa la lettera di Striscia la notizia sul caso Giovanna Botteri, pubblicata in anteprima da Dagospia:

Caro Dago, ecco un esempio di fake news. Striscia fa un servizio a favore di Giovanna Botteri, ma molti commentatori che esprimono opinioni per sentito dire, nonché Ilfattoquotidiano.it, scrivono che ce la siamo presa con lei. Diciamo subito che per non cadere nell’errore sarebbe bastato ascoltare il rientro in studio di Gerry Scotti: “Brava, brava Giovanna, vai avanti così nel tuo importante lavoro e non badare a chi sta a guardare il capello…”.

Dopo il servizio andato in onda nella puntata di Striscia il 28 aprile scorso, dove si dava conto della fresca messa in piega dell’ottima Giovanna Botteri, siamo stati accusati di aver fatto volgare ironia sul suo aspetto fisico. In realtà è da tempo che su alcuni media e nei social Giovanna Botteri viene presa di mira per il suo look, a detta di molti non particolarmente curato. E il servizio di Striscia, partiva proprio da questo per mostrare come Giovanna nell’ultimo collegamento da Pechino avesse sfoggiato una nuova pettinatura, quasi a smentire le critiche malevole piovutele addosso. Insomma, parliamo di cose serie e certamente il bodyshaming lo è e va combattuto con ogni mezzo, ma non confondiamolo con una messa in piega.

Leggi anche: 1. Body shaming, battute e buonsenso: il caso Botteri de-costruito (di Selvaggia Lucarelli) / 2. Giovanna Botteri vittima di body shaming su Striscia la notizia? Michelle Hunziker: “Fake news, quel servizio era a suo favore” / 3. La mentalità retrograda sulle donne è ancora tra noi: il caso Giovanna Botteri lo dimostra (di Fabio Salamida) / 4. Giovanna Botteri e la battuta da Fazio: “Ho messo la giacca per te” | VIDEO

205
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.