Covid ultime 24h
casi +15.204
deceduti +467
tamponi +293.770
terapie intensive -20

Il presepe di Banksy che fa riflettere a Natale

L'opera provocatoria del misterioso street artist vuole risvegliare le nostre coscienze e attirare l'attenzione sulle zone investite da guerre infinite

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 23 Dic. 2019 alle 14:18
371
Immagine di copertina
Il presepe di Banksy

Il presepe di Banksy per il Natale 2019

Si chiama “La cicatrice di Betlemme” (Scar of Bethlehem, ndr) il presepe di Banksy apparso in Cisgiordania proprio a ridosso del Natale. L’opera provocatoria dello street artist più celebre al mondo fa discutere, ma soprattutto riflettere.

La scena rappresentata è quella della mangiatoia dove è nato Gesù bambino, posizionata davanti a blocchi di cemento. Sulla testa di Gesù, Giuseppe e Maria però non c’è la stella cometa, ma un foro provocato da un colpo di proiettile.

Ma anche il luogo scelto da Banksy per la sua opera non è casuale. Il “presepe di guerra” del misterioso artista britannico si trova infatti davanti al Walled-Off Hotel, l’albergo realizzato dallo stesso autore a Betlemme, con vista sul Muro fatto costruito da Israele per separare la città palestinese dai territori di Gerusalemme Est.

Sulla parete grigia di cemento ci sono le scritte, in inglese e in francese, “amore” e “pace”.

Leggi anche: 

Banksy, un senzatetto diventa Babbo Natale: l’ultima opera dell’artista misterioso

371
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.