Me

Concorso Regione Campania, De Luca conferma l’uscita del bando il 28 giugno 2019

Immagine di copertina

Concorso Regione Campania bando 2019: l’uscita è prevista il 28 giugno

Concorso Regione Campania bando | Dopo più di un rinvio finalmente l’uscita del bando di concorso della Regione Campania ha una data certa: il 28 giugno 2019. Il cronoprogramma, che era stato stabilito lo scorso 18 marzo dal governatore regionale, Vincenzo De Luca, e dal ministro per la Funzione Pubblica, Giulia Bongiorno, aveva previsto la pubblicazione del bando in Gazzetta Ufficiale entro il 20 giugno, ma la discussione – ancora in corso – sulla validità temporale della graduatoria ha fatto sì che l’uscita slittasse alla fine del mese.

Il concorso della Regione Campania è uno dei più attesi del 2019 in quanto volto all’assunzione di ben 10mila profili da inserire nei vari uffici ed Enti territoriali dell’amministrazione di questa regione. Ad assicurare la pubblicazione del bando il prossimo venerdì 28 giugno direttamente Vincenzo De Luca durante un intervento a Radio Crc.

“È stata data una deroga alla Campania: tutti i posti saranno riservati ai campani che concorreranno per trovare il loro primo impiego duraturo”, sono state le parole del governatore campano, il quale si è impegnato nel trovare un accordo con il ministro della PA affinché non scattasse la riserva di legge per la mobilità interna. Manca ora la definizione dei dettagli sulla validità della graduatoria del corso concorso: come anticipato, infatti, è in corso una discussione tra De Luca e la Bongiorno, con il primo che vorrebbe una validità triennale mentre però le norme prevedono dei tempi più corti.

Ad ogni modo De Luca ha tenuto a precisare che non vi saranno, per tale ragione, ulteriori posticipi per la pubblicazione del bando: nel caso non si fosse giunti ad un accordo entro il 28 giugno quest’ultimo dettaglio verrà definito successivamente alla sua uscita. “L’importante è attivare le procedure concorsuali, per arrivare rapidamente alle assunzioni in un settore dove la Regione Campania nella sua storia non hai mai bandito concorsi simili”, sono infatti state le parole del presidente di regione.

Concorso Regione Campania bando | Come funziona il corso-concorso?

La Regione Campania si prepara quindi ad assumere “entro l’autunno”, con contratto a tempo indeterminato, 10mila nuove unità che giungeranno a un inserimento definitivo tramite questo corso-concorso.

Disponibile online già da qualche settimana sul portale del ministero di Giulia Bongiorno una sezione con il manuale operativo per le procedure di caricamento dati da parte delle amministrazioni, la tabella dei profili richiesti, e l’elenco degli enti che hanno aderito al Piano di Lavoro regionale e alla specifica iniziativa. “Sul portale del Dipartimento della Funzione Pubblica, all’indirizzo disponibile on line www.concorsiuniciregionali.gov.it, è stata attivata un’apposita sezione dedicata alla Campania”, hanno infatti riferito dall’amministrazione regionale.

La procedura concorsuale si svolgerà “in due momenti”, hanno poi precisato, “una fase preselettiva incentrata su tematiche di logica e argomenti trasversali alla totalità dei profili messi a concorso e una fase selettiva con prove scritte consistenti in quesiti a risposta multipla/sintetica riguardanti materie specifiche dei vari profili professionali ed eventuale accertamento delle conoscenze linguistiche e informatiche”. A seguire, una volta conclusa la fase di selezione, i candidati idonei dovranno seguire un percorso formativo, il quale verrà somministrato a distanza con supporto on-line. Infine i candidati svolgeranno un tirocinio retribuito della durata di 10 mesi direttamente presso l’ente al quale saranno assegnati, al termine del quale saranno chiamati a redigere un elaborato finale.

La graduatoria finale del concorso – sulla cui durata, come anticipato, sono ancora in corso discussioni – verrà stilata prendendo in considerazione i risultati di ciascuna prova.

Parliamo di posizioni di area C e D a cui potranno accedere sia diplomati che laureati.

A questo link è possibile visionare i profili ricercati, a questo le sedi dei diversi enti territoriali a cui serve nuovo personale e a questo il manuale operativo per la partecipazione al concorso. Le selezioni, come già annunciato, saranno gestite da Formez Pa con la partecipazione e il controllo della commissione interministeriale Ripam.

A finanziare il concorso per le 10mila assunzioni è il Fondo sociale europeo ed il Fondo per lo sviluppo e la coesione: 106 miliardi è il costo totale di questa grande operazione assunzionale.