Me

Corruzione, arrestati Paolo Arata e il figlio Francesco

Immagine di copertina
Credit: ANSA

Paolo Arata arrestato | Francesco Arata | Paolo Arata chi è

Paolo Arata arrestato – Nella mattina del 12 giugno 2019 sono stati arrestati Paolo Arata [qui il suo profilo] ex consulente della Lega per l’energia ed ex deputato di Forza Italia, e il figlio Francesco.

Le accuse sono di corruzione, autoriciclaggio, intestazione fittizia di beni e di essere soci occulti dell’imprenditore trapanese dell’eolico Vito Nicastri, ritenuto dai magistrati tra i finanziatori della latitanza del boss Matteo Messina Denaro.

Tra gli arrestati anche Vito Nicastri e suo figlio Manlio, mentre è finito ai domiciliari il dirigente Alberto Tinnirello, che ha lavorato all’assessorato regionale all’Energia.

Indagato, per abuso d’ufficio, invece il presidente della commissione “Via” (Valutazione di impatto ambientale) dell’assessorato regionale al Territorio, Alberto Fonte: perquisito l’ufficio.

Caso Siri, il figlio dell’imprenditore Arata assunto a Palazzo Chigi da Giorgetti

Società sequestrate

La Procura di Palermo ha anche sequestrato otto società che operano nel campo delle energie rinnovabili.

A Nicastri, che secondo gli inquirenti sarebbe tra i finanziatori della latitanza del boss Matteo Messina Denaro, il gip non ha dato l’aggravante dell’avere favorito Cosa nostra che gli era stata invece contestata dai pm.

Nella misura cautelare però il gip lancia l’allarme “sull’elevato rischio di infiltrazioni di Cosa nostra” negli affari degli Arata e dei Nicastri.

Arata Siri 

Parallelamente continuano le indagini della procura di Roma che vedono indagati Arata e l’ex sottosegretario leghista Armando Siri, accusato di aver accettato una mazzetta da 30 mila euro per un emendamento al Def che avrebbe dovuto aprire altri finanziamenti agli affari sull’eolico con Vito Nicastri (Qui un riassunto della vicenda giudiziaria)

Di quella mazzetta Arata parlò al figlio Francesco e al figlio del “re” dell’eolico, Manlio nel settembre del 2018. La notizia dell’inchiesta aveva aperto il cosiddetto caso Siri e costretto il premier Giuseppe Conte a revocare le deleghe di Armando Siri.

A dimostrare il legame tra Arata e Siri è anche il contratto di consulenza con il Dipartimento programmazione economica firmato dal figlio dell’imprenditore, Federico Arata.

Il figlio dell’imprenditore Arata assunto a Palazzo Chigi da Giorgetti

Paolo Arata chi è

Arata [qui il suo profilo] è un docente universitario originario di Genova su cui si sono concentrate le indagini della Dia di Palermo, che ha indagato i rapporti del professore con l’imprenditore Vito Nicastri, considerato il “re” dell’eolico siciliano.

Nicastri era stato condannato agli arresti domiciliari per la sua vicinanza al superlatitante Matteo Messina Denaro, ma ha spesso violato il divieto di uscire dalla sua dimora, permettendo così agli inquirenti di scoprire le sue frequentazioni con Arata.

A rendere noti i legami con l’ex sottosegretario Siri è lo stesso Arata in  un’intervista al Corriere della Sera: con lui dice di aver “sempre avuto un rapporto di stima ed amicizia”.

“Sebbene la nostra frequentazione sia iniziata solo un paio di anni fa, l’ho potuto apprezzare per le sue capacità intellettuali e politiche”, ha dichiarato Arata, che definisce “ingiusta” la decisione di Conte di revocare l’incarico a Siri.