Me

Un’impresa di pompe funebri prende in giro i partecipanti al Congresso delle Famiglie di Verona

Immagine di copertina

L’evoluzione della specie diviene un pretesto per una nota impresa di pompe funebri romana – Taffo – per prendere in giro il Congresso delle Famiglie, in scena a Verona dal 29 al 31 marzo 2019. Un appuntamento che ha diviso fortemente l’opinione pubblica e persino il governo.

Le onoranze funebri in questione, che spesso sui social sono pungenti sui temi più caldi dell’agenda politico-sociale italiana, non ha voluto tacere sul meeting. E ha pubblicato su Facebook e Twitter un’immagine con diversi teschi umani. Tutti identici – sotto ciascuno diverse diciture: etero, gay, italiano, immigrato e becchino – tranne uno che risale uno stadio inferiore dell’evoluzione: quello dedicato ai partecipanti del suddetto congresso.

>> Cari retrogradi del Congresso di Verona, dire che il cancro colpisce chi non fa figli è un’ignobile falsità

>> L’oncologo a TPI: “Cancro al seno nelle donne che non fanno figli? Non esiste alcun rapporto causa-effetto”

>> La figlia del leader del Congresso delle Famiglie a TPI: “Mio padre maschilista, evento da Medioevo”

Nel post Taffo ha scritto: “Abbiamo ritrovato, nei nostri antichi ossari, i primi esemplari di umani sulla Terra. Dall’analisi anatomica si possono riscontrare evidenti differenze. Ve le mostriamo per la prima volta in occasione del XIII Congresso mondiale delle Famiglie – Verona #WCFVerona”.

Insomma, l’impresa si è schierata apertamente contro l’evento appoggiato dalla Lega. Ai social l’ardua sentenza.

Tutto quello che c’è da sapere sul Congresso di Verona e Vladimir Luxuria