Me

Checco Zalone apre un casting a Bari per il suo nuovo film: l’attore comico cerca “comparse africane” anche nei centri di accoglienza

L'attore pugliese, che torna a casa sua dopo le riprese in Kenya, ha coinvolto nel casting alcune strutture del comune di Bari

Immagine di copertina

Checco Zalone, all’anagrafe Lorenzo Medici, sembra stia sulla via di ritorno verso casa dal Kenya, una delle location del suo nuovo film dal titolo “Amico di scorta”. Casa, per Zalone, è il capoluogo pugliese, Bari: la città natia del noto attore campione di incassi al botteghino già con diverse pellicole è il luogo dove Checco sembra stia organizzando un casting.

A darne prova il fatto che a Bari è partita una intensa ricerca di comparse africane da parte di “una nota casa di produzione”; tale ricerca è rivolta a uomini, donne e bambini di età compresa tra i 18 e i 65 anni.

Francesca Bottalico, assessore al Welfare nel comune del capoluogo pugliese, si è occupata di darne notizia alla cittadinanza: questo perché si intende coinvolgere le strutture assistenziali di Bari nella ricerca di membri del cast e comparse. La Bottalico ha infatti spiegato gli obiettivi dell’iniziativa: “Si tratta di un’occasione per coinvolgere le persone migranti in carico ai servizi sociali comunali in un casting che può preludere a un’esperienza professionale retribuita. Per questo abbiamo accolto positivamente la richiesta dei produttori del film”.

Checco Zalone bloccato sulla neve: l’esilarante sketch con il sindaco fa il giro del web | VIDEO

Luogo delle selezioni, infatti, sono la Casa delle Culture, la scuola “Penny Wirton”, il Centro servizi per famiglie di San Nicola e la casa di comunità “Villa alta”. In quanto invece alle riprese, queste dovrebbero svolgersi tra aprile e maggio a Bari, proprio all’interno del territorio metropolitano.

Checco Zalone, che di questo nuovo film in uscita il prossimo 25 dicembre è sia regista che interprete, ha concentrato parte delle riprese a Watamu, in Kenya; anche questa volta l’attore pugliese parte con l’intenzione di affrontare temi seri con il suo piglio comico e genuino.

Autore con lui del soggetto è il regista Paolo Virzì: i due hanno voluto raccontare la storia di un comico napoletano minacciato da un boss a cui viene assegnato un carabiniere per fargli da scorta. L’amicizia fra i due continuerà anche quando la protezione verrà tolta al comico partenopeo.