Me

Le foto della bambina che ha vissuto i primi 10 anni della sua vita nella savana

Immagine di copertina
Tippi durante la sua infanzia in Africa

L’infanzia passata nella savana, circondata dalla natura e dagli animali selvatici. Questa la storia di Tippi Degrè, un’attrice francese che ha vissuto tutta la sua infanzia nella savana africana.

Bambina cresciuta savana

No, non stiamo parlando di una nuova mowgli, Tippi al suo fianco ha sempre avuto i genitori, due fotografi e naturalisti che decisero che la propria figlia dovesse trascorrere i suoi primi 10 anni di vita nella savana.

La ragazza, oggi 27enne, ha definito quel periodo come il più bello della sua vita. In effetti, crescere tra natura e animali selvaggi per un bambino deve essere davvero meraviglioso.

Bambina cresciuta savana

Anni che sono stati ovviamente immortalati con numerosi scatti dai genitori fotografi.

Bambina cresciuta savana

Non capita tutti i giorni di vedere una bambina francese esplorare la fauna africana. In alcune foto sembra quasi che Tippi sia in pericolo. Ha posato con elefanti, giaguari e altri animali aggressivi. Ma la madre ha assicurato che la figlia è sempre stata al sicuro.

Bambina cresciuta savana

Gli animali con i quali Tippi ha posato erano infatti abituati alla presenza degli esseri umani e quindi si lasciavano avvicinare senza particolari problemi.

Da bambina Tippi ha legato molto con gli animali, e la sua è stata un esperienza unica. “E’ stata una bambina fortunata. Ha vissuto nella savana fino a 10 anni. Eravamo solo noi tre e gli animali”, ha raccontato la madre. “Non avevamo molti contatti con altre persone”.

Bambina cresciuta savana

Le foto diventate virali, rappresentano la felicità della bambina cresciuta nella Savana, Tippi ha avuto una educazione unica difficile da acquisire per qualsiasi altro bambino.

Bambina cresciuta savana

A 10 anni, poi, il trasferimento in Francia, dove qualche tempo fa ha scritto un libro dal titolo: “Tippi: la mia vita in Africa” dove sono documentate le sue esperienze nella savana, riscoperta poi negli anni come documentarista.