Me
Hawaii, l’eruzione del vulcano Kilauea ha distrutto 26 case
Condividi su:
Hawaii vulcano

Hawaii, l’eruzione del vulcano Kilauea ha distrutto 26 case

La lava è stata sprigionate per diversi metri di altezza, nei giorni scorsi terremoto di magnitudo 6.9 a Big Island

07 Mag. 2018
Hawaii vulcano

Alle isole Hawaii l’eruzione del vulcano Kilauea ha provocato la distruzione di 26 case e altri quattro edifici sono stati ricoperti dalla lava, sprigionata in aria per diversi metri di altezza.

La contea hawaiana nei giorni scorsi ha dichiarato lo stato di emergenza e disposto l’evacuazione di circa 1.700 persone.

Il vulcano si trova sulla Big Island, che conta 186mila abitanti, ai quali vanno aggiunte diverse centinaia di turisti.

In particolare è stata colpita la località Leilani Estates, vicino alla città di Pahoa, nella zona sud-orientale dell’isola.

Nella giornata di sabato 5 maggio, una scossa di terremoto di magnitudo 6.9, la più forte mai registrata dal 1975 ad oggi, ha scosso l’isola senza tuttavia provocare vittime.

Il servizio geologico statunitense ha registrato centinaia di scosse negli ultimi giorni.

Secondo la portavoce dell’Osservatorio vulcanologico delle Hawaii, Janet Babb, i numerosi terremoti registrati finora sull’isola, incluso quello di magnitudo 6.9, riflettono il movimento del vulcano che si adatta allo spostamento del magma.

La lava fuoriuscita dal vulcano ha raggiunto zone residenziali. Alcuni testimoni hanno riferito di un forte odore di zolfo e di aver visto alberi andati a fuoco.

La prima eruzione è avvenuta nella tarda serata di giovedì 3 maggio 2018 (venerdì mattina in Italia) ed è stata preceduta una serie di forti terremoti.

I video mandati in onda dalla televisione locale hanno mostrato la lava che sgorgava da una fessura di una strada. Alcuni droni aerei hanno filmato una serpente di lava attraverso una foresta.

La Croce Rossa americana ha aperto un rifugio per l’evacuazione.

Dall’inizio della settimana i funzionari statali e federali avevano avvertito i residenti dell’imminente possibilità di un’evacuazione con scarso preavviso.

I funzionari del Servizio geologico statunitense giovedì hanno alzato lo stato di allarme al livello massimo, considerano il rischio di un’eruzione pericolosa e imminente.

Martedì primo maggio l’agenzia per la protezione civile delle Hawaii ha disposto la chiusura dell’area del vulcano ai visitatori e ha ordinato alle compagnie di tour operator ​​di interrompere le visite nella zona.

Il vulcano Kilauea si trova sulle pendici, ad una quota di 1200 metri, di uno dei più grandi vulcani del mondo, il Mauna Loa.

Nel 1924 l’eruzione del vulcano provocò una vittima. Nel novembre 1975 il Kilauea ha originato uno dei più violenti terremoti americani del ventesimo secolo, che raggiunse una magnitudo di 7,2.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus