Me

Due uomini sono stati accoltellati per aver difeso alcune donne da un’aggressione razzista

I due sono stati feriti a morte da un coltello. Il responsabile, un uomo di 35 anni, è stato fermato. Le donne aggredite sono un'afro-americana e una musulmana

Immagine di copertina

Due uomini sono stati pugnalati a morte mentre tentavano di fermare un’aggressione ai danni di due donne musulmane. L’episodio è avvenuto sabato 27 maggio a bordo di un treno della metro all’altezza della stazione di Hollywood Transit Center, a Portland, negli Stati Uniti.

I due uomini sono morti mentre cercavano di fermare l’aggressore che si era scagliato contro due donne, una delle quali indossava un velo. Lo hanno riferito le autorità dell’Oregon. L’incidente è avvenuto su un vagone della metro. Un altro passeggero è rimasto ferito, prima che il responsabile dell’attacco fosse arrestato. L’attacco è avvenuto intorno alle 16.30 ora locale. Una delle vittime è morta sul colpo, mentre la seconda è deceduta dopo il trasporto in ospedale.

La polizia ha identificato il sospettato: si tratta di Jeremy Joseph Christian, un ragazzo di 35 anni. L’aggressore è stato accusato di omicidio aggravato, di tentato omicidio, di intimidazione e di possesso di armi.

“Il sospetto si trovava sul treno e stava urlando diverse frasi che incitavano all’odio e che inneggiavano al razzismo”, ha dichiarato un funzionario di polizia. “Alcune persone si sono avvicinate a lui per intimargli di smetterla, ma l’uomo ha estratto l’arma da taglio provocando due morti e un ferito”.

Jeremy Joseph Christian è stato arrestato poco dopo essere sceso dal treno, mentre le due donne aggredite (una delle quali indossava un velo, secondo il racconto di alcuni testimoni) hanno lasciato il luogo in cui si è consumata l’aggressione prima che la polizia potesse parlare con loro, raccogliendo la loro versione dei fatti.

Un altro testimone ha raccontato che l’aggressore “stava urlando che i musulmani dovrebbero morire perché sono i responsabili dell’uccisione dei cristiani”.

Tuttavia, uno dei familiari delle ragazze aggredite ha precisato al giornale locale, che le due donne sono adolescenti: una è afro-americana e l’altra musulmana.