Me
Whatsapp sta testando la possibilità di annullare l’invio dei messaggi
Condividi su:

Whatsapp sta testando la possibilità di annullare l’invio dei messaggi

L'azienda potrebbe introdurre una funzionalità che permetterà di evitare che frasi imbarazzanti o sbagliate siano consegnate al destinatario

24 Apr. 2017

Per quanto sia ancora solo una possibilità per la quale, eventualmente, bisognerà aspettare il prossimo aggiornamento dell’applicazione, WhatsApp potrebbe presto rendere disponibile una sua nuova funzione piuttosto attesa dagli utenti.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

L’azienda sta testando una funzionalità che permetterà di annullare l’invio di un messaggio, evitando così che frasi imbarazzanti o inviate per errore al contatto sbagliato possano creare incidenti diplomatici e causare danni irreparabili.

Secondo l’account Twitter @WABetaInfo, che si occupa regolarmente di monitorare le nuove funzionalità di WhatsApp nelle versioni beta dell’applicazione, il prossimo aggiornamento potrebbe offrire questa opportunità, anche se dovrebbero verificarsi comunque delle condizioni specifiche.

Il messaggio da annullare (“revoke”, in inglese, come si vede nelle immagini) potrà essere effettivamente cancellato solo quando il destinatario non lo ha ancora ricevuto, quindi quando accanto al messaggio c’è un solo segno di spunta, e comunque solo entro 5 minuti dall’iniziale invio del messaggio.

Sempre secondo l’account Twitter, WhatsApp sta anche sperimentando una nuova funzionalità di formattazione del testo che consentirà di scrivere in corsivo, in grassetto e sottolineato, una possibilità attualmente già disponibile ma a patto di ricordare alcuni codici da inserire ogni volta. 

Se i feedback ottenuti dai test beta si dimostreranno positivi, WhatsApp potrebbe lanciare le nuove funzionalità per tutti gli utenti nei prossimi mesi.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus