Me

La Corte costituzionale sudcoreana conferma l’impeachment per la presidente Park Geun-hye

La decisione è stata accolta con proteste di piazza a Seoul durante le quali sono morti due manifestanti

Immagine di copertina

La Corte costituzionale della Corea del Sud ha confermato l’impeachment per la presidente Park Geun-hye il 10 marzo 2017. La leader era stata accusata di aver collaborato con la sua consigliera Choi Soon-sil per esercitare pressioni su grandi aziende e per ingerenze illegali negli affari di stato.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

La decisione della Corte ha causato un’ondata di proteste a Seoul che hanno portato alla morte di due manifestanti durante gli scontri tra i sostenitori di Park e la polizia. 

La messa in stato di accusa della prima donna alla guida della Corea del Sud è cominciata nel dicembre 2016 con il voto del parlamento. Da allora la donna non ha potuto esercitare il suo mandato e aveva vissuto in sostanziale isolamento. La decisione della Corte l’ha sollevata definitivamente dal suo incarico. 

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**