Me
Cosa è successo il 14 ottobre nel mondo
Condividi su:

Cosa è successo il 14 ottobre nel mondo

Le notizie senza giri di parole su TPI

14 Ott. 2015

Golfo persico: le sei nazioni appartenenti al Consiglio di cooperazione del Golfo persico sono in trattativa per acquistare il sistema antimissilistico israeliano Iron Dome. I Paesi del golfo vogliono potersi difendere dal crescente “arsenale missilistico iraniano”. Il sistema di difesa verrebbe acquistato attraverso gli appaltatori americani che lo hanno co-sviluppato, piuttosto che direttamente da Israele. 

– Palestina: un volontario britannico di 66 anni ha ricevuto cinque punti di sutura alla testa, dopo che un gruppo di coloni israeliani armati ha lanciato pietre contro di lui, mentre cercava di proteggere alcuni contadini palestinesi durante la raccolta delle olive in Cisgiordania. Nelle ultime due settimane le tensioni tra palestinesi e israeliani sono aumentate, causando la morte di oltre dieci israeliani e di più di venti palestinesi. Solo nel mese di ottobre sono stati arrestati oltre 560 palestinesi.

– India: almeno due persone sono morte e più di cento sono rimaste ferite negli scontri tra polizia e manifestanti della comunità sikh nella regione settentrionale del Punjab. Le proteste sono state causate da un presunto episodio di profanazione. Lunedì 12 ottobre erano state ritrovate oltre cento pagine strappate dal libro sacro sikh, il Guru Granth Sahib, che era stato rubato da un tempio sikh lo scorso giugno. 

– Vaticano: Papa Francesco ha chiesto scusa pubblicamente per i recenti scandali di Roma e del Vaticano durante l’udienza generale del mercoledì a San Pietro. Il Papa non ha specificato a quali scandali si riferisse.

– Burkina Faso: i risultati dell’autopsia effettuata sul cadavere incenerito di Thomas Sankara, ex leader del Burkina Faso ucciso in circostanze poco chiare durante un colpo di stato avvenuto nel Paese nel 1987, rivelano che il suo corpo fu “crivellato di colpi di arma da fuoco”. 

– Burundi: un cameraman della tv di stato del Burundi RTNB è stato ucciso insieme alla sua famiglia in un raid condotto dalle forze di sicurezza per liberare alcuni colleghi che erano stati sequestrati nella capitale Bujumbura. Gli agenti di polizia sono entrati nel palazzo residenziale del cameraman e hanno aperto il fuoco indiscriminatamente, uccidendo nel corso del salvataggio almeno dieci persone. 

– Stati Uniti: i cinque candidati democratici per le presidenziali americane del 2016 si sono riuniti la sera del 13 ottobre all’hotel Wynn di Las Vegas, per il primo dibattito televisivo trasmesso in diretta nazionale sull’emittente Cnn. Hillary Clinton e Bernie Sanders hanno dominato la scena. 

– Turchia: il governo turco sostiene di avere prove concrete del coinvolgimento dell’Isis negli attacchi alla manifestazione pacifista di sabato 10 ottobre, che hanno causato un centinaio di morti.

– Cina: una catena di saloni di bellezza ha deciso di trattenere una parte dello stipendio dei propri dipendenti per donarlo ai loro genitori, con lo scopo di promuovere importanti valori morali tra i propri impiegati.

India: oltre 60 studenti universitari hanno manifestato martedì 13 ottobre nella capitale Nuova Delhi, per reclamare il diritto attualmente negato alle donne di uscire dalle proprie residenze universitarie dopo le 18:30.

Segui TPI su Twitter (@tpi

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/4kGLgg

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus