Covid ultime 24h
casi +8.824
deceduti +377
tamponi +158.674
terapie intensive +41

Maradona, le foto della casa dove è morto. Polemiche in Argentina

Di Antonio Scali
Pubblicato il 3 Dic. 2020 alle 09:23
5
Immagine di copertina

Una stanza con un wc chimico e un piccolo armadio bianco, un cucinino e poco altro. Sono le immagini della casa di Tigre dove Diego Armando Maradona ha trascorso i suoi ultimi giorni di vita. A prescindere dalla grandezza o dai comfort della villetta, la vera domanda è: si trattava di un appartamento adatto ad ospitare un uomo in quelle condizioni di salute?

La risposta probabilmente è no. Per questo le immagini, pubblicate dal giornale argentino Clarìn, hanno suscitato aspre polemiche. “Tutto era molto precario, per non dire un disastro”, ha rivelato al quotidiano una fonte. Al contrario secondo l’avvocato e braccio destro del Pibe de Oro, Matias Morla, “la casa non era così piccola. Aveva una vista sul lago e al piano di sopra c’erano altre quattro stanze, una con bagno in camera”.

Clarin.com

Punti di vista diversi. Dagli scatti si vedono una sala giochi al piano terra con letto matrimoniale, tv da 32 pollici, wc chimico portatile, poltrona massaggiante, aria condizionata. La casa si trova al lotto 45 del quartiere di San Andrés di Tigre. Maradona ha vissuto i suoi ultimi giorni in quella che era la sala giochi, perché a causa delle sue condizioni non era in grado di salire le scale. Ricordiamo infatti che poche settimane fa il Pibe de Oro si era sottoposto ad un delicato intervento alla testa.

La cucina appare dalla foto piuttosto piccola, con un frigorifero sulla destra, un bollitore attaccato alla presa e dei vecchi fornelli. Si vede anche un forno a microonde, il lavello, pochi cassetti, dispenser perlopiù vuoti. Nel secondo scatto della cucina si vede l’affaccio sul giardino, con un canestro attaccato ad un albero e una piccola porta da calcio. Si vede poi una camera con un grande armadio, e dei cuscini impilati lì vicino.

Clarin.com
Clarin.com
Clarin.com

Di certo bisognerà fare chiarezza sulle ultime ore di vita del Pibe de Oro, per capire se ci sono state mancanze e responsabilità. Ha avuto tutte le cure di cui necessitava? Gli investigatori hanno fatto irruzione nelle case e negli uffici di Leopoldo Luque, il neurochirurgo che lo ha operato, e Agustina Cosachov, la psichiatra che lo ha curato. Inoltre gli studi tossicologici e i risultati su sangue, urine, tamponi, capelli e sul cuore di Maradona daranno ulteriori elementi per provare a sciogliere i tanti interrogativi sulla scomparsa del genio del calcio.

Leggi anche: 1. Il cuore di Maradona pesava il doppio del normale: lo rivela l’autopsia / 2. Il patrimonio di Diego Armando Maradona: a chi andrà l’eredità?

5
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.