Covid ultime 24h
casi +15.199
deceduti +127
tamponi +177.848
terapie intensive +56

Wine to Love: ecco di cosa parla il film in onda su Rai 1 | Trama

Di TPI
Pubblicato il 4 Gen. 2019 alle 20:30 Aggiornato il 4 Gen. 2019 alle 20:38
0
Immagine di copertina

Wine to Love trama | Film Rai 1 | Di cosa parla

WINE TO LOVE TRAMA – Venerdì 4 gennaio 2019 alle ore 21,25 va in onda il film Wine to Love. Ma di cosa parla? Qual è la trama? Storie familiari, sentimenti e vigneti costituiranno la cornice del progetto, immerso nell’incantevole scenario lucano del Vulture, che racconterà la storia del vino pregiato di questa terra: l’aglianico.

Dopo il riconoscimento al World Wine Award, il vino dell’azienda Favuzzi diventa uno dei prodotti più richiesti anche al di fuori del territorio italiano. Un successo che supera i confini nazionali arrivando anche a New York dove Laura Rush, direttrice di un’enoteca di lusso, è pronta a tutto pur di acquistare anche l’azienda Favuzzi.

> QUI TUTTO QUELLO CHE C’E’ DA SAPERE SU WINE TO LOVE

La donna manda quindi Nico, il suo braccio destro, in Italia con il compito di conquistare la fiducia di Enotrio per cercare di convincerlo a vendere il suo vino. Ma a puntare gli occhi anche sulla produzione di aglianico è anche Luca, il fratello di Enotrio, che sommerso dai debiti vorrebbe vedere i terreni per poi investirli nella costruzione di un resort di lusso.

Nonostante le mille richieste, Enotrio non cambia idea. Le cose sono però destinate a complicare con l’arrivo di Anna Monti (Muti) e della figlia…

Wine to Love trama | Rai 1 | Le parole del regista

Film che in vista della prima su Rai 1 è stato presentato così dal regista e protagonista Domenico Fortunato (interpreta Enotrio): “Wine to love è la storia di uomini di una piccola realtà che si apre al mondo intero globalizzato con stupore e meraviglia – le sue parole riportate dall’Ansa -, ma con l’orgoglio del senso di appartenenza alla propria terra e con la consapevolezza di saper fare qualcosa di buono e di pregiato da proteggere, da donare al mondo con le modalità e il rispetto che si devono ai pezzi di grande artigianato”.

“Da un altro lato – ha aggiunto – è la storia di uomini che abitano il mondo globalizzato, che lo vivono secondo altri rituali, senza gli scrupoli di chi è legato ad un piccolo mondo di provenienza, oppure dimenticandolo, e rispettando solo il dogma del ‘Dio Denaro'”.

“I personaggi del mondo globalizzato, però, nei loro cambiamenti, recuperano l’amore per il piccolo mondo arcaico del vino, in questo caso del Vulture e dell’aglianico, comprendendo l’importanza delle radici e della fortuna di poterle piantare di nuovo”.

“La Basilicata? Appartengo a questa terra, la sento dentro di me e sono convinto che produrre vino sia una delle poche occasioni di civiltà”, ha concluso.

> QUI DOVE VEDERE IN STREAMING WINE TO LOVE

Wine to Love trama | Rai 1 | Polemiche

“Sarebbe questa la Rai del cambiamento nel 2019?”. Il Popolo della Famiglia Abruzzo, in una nota, rivolge un appello al presidente della Rai Marcello Foa: “Chiediamo che sia rimosso dalla programmazione del prossimo 4 gennaio un film di prima serata su Raiuno con lungo e insistito bacio tra uomini. Il film si intitola Wine to Love, a dispetto del titolo è una produzione lucana, di Rai Cinema e Altre Storie”.

> QUI IL CAST DI WINE TO LOVE

“Il film – si legge – ha avuto due giorni di programmazione in pochissime sale il 18-19 dicembre, e oplà, subito in prima serata su Raiuno. Unico altro film pronto di Altre Storie e Rai Cinema è Il Giorno più bello: indovinate un po’, storia di un ‘matrimonio’ tra maschi”.

Sulla vicenda è intervenuto poi il presidente nazionale del Popolo della Famiglia, Mario Adinolfi: “Marcello Foa, questa è la Rai del cambiamento 2019? Quella in cui le porcherie si spostano da Raitre a Raiuno in prima serata? Non siamo sessuofobici, ma come Popolo della Famiglia crediamo che la bellezza del sesso viva di intimità, pudore, nascondimento persino. E soprattutto non vogliamo essere costretti dalla tv a imbatterci in temi delicati per i nostri bimbi, che necessitano i tempi e i modi che ogni famiglia ritiene di dover adottare, senza farseli dettare dalle marchette tra Rai Cinema e la nota lobby”.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.