Me
HomeSpettacoliTV

Uomini e Donne, Tina Cipollari contro Gemma: “Mi dice che sono grassa e mi bullizza”

In un'intervista Tina Cipollari racconta la sua rivalità con la dama Gemma Galgani

Di Antonio Scali
Pubblicato il 9 Ott. 2019 alle 08:13
Immagine di copertina

Uomini e Donne, Tina Cipollari contro Gemma: “Ecco cosa fa a telecamere spente”

Uno dei motivi di divertimento per chi segue Uomini e Donne sono sicuramente i continui screzi tra Tina Cipollari e Gemma Galgani. Le due donne, ormai da anni, non risparmiano reciproche punzecchiature. Da un lato la storica opinionista del programma condotto da Maria De Filippi, dall’altro la dama numero uno del Trono Over.

Le due, oltre che a favore di telecamere, hanno avuto diverse schermaglie anche via social e sulla carta stampata. Molti tuttavia non hanno mai veramente creduto alla loro rivalità, pensando si trattasse piuttosto di una sorta di messa in scena per favorire gli ascolti della trasmissione di Canale 5.

tina cipollari gemma

In una recente intervista al settimanale Nuovo, Tina Cipollari ha raccontato come la sua collega si comporta realmente dietro le quinte. “Da casa tante cose non si vedono, ma lei a telecamere spente me ne dice di tutti i colori. Si merita ciò che ha. Dice che sono una cicciona, che sono grassa e che lei ha un fisico invidiabile. Questa è la verità”.

Una sorta di bullismo, a sentire Tina, da parte della dama torinese. “Siamo donne completamente diverse, perciò non ci sopportiamo”, spiega ancora la Cipollari, tratteggiando così una Gemma che gliene direbbe di tutti i colori, prendendola anche in giro per la sua forma fisica.

Due persone molto diverse che non potranno mai essere amiche: “Non mi interessa la pace, perché tanto non diventerà mai una amica. Non penso che la magrezza sia sinonimo di bellezza. Preferisco donne con qualche chilo in più, ma sensuali e carismatiche, piuttosto che Gemma, che non ha nulla di speciale. Conta la bellezza dell’anima e lei è talmente torbida che non è bella né dentro né fuori.

Non condivido il suo modo di fare con gli uomini: è giusto che una donna a quell’età si rimetta in gioco, ma con eleganza, non correndo loro dietro piangendo”, conclude l’opinionista di Uomini e Donne.