Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:48
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Spettacoli » TV

Sanremo 2022, le frasi celebri di Drusilla Foer

Immagine di copertina

Sanremo 2022, le frasi celebri di Drusilla Foer: aforismi e citazioni

Drusilla Foer è la conduttrice di questa sera del Festival di Sanremo 2022, la 72esima edizione condotta da Amadeus. Prima conduzione “en travesti” al Festival, Drusilla Foer è un personaggio nato e interpretato dall’attore Gianluca Gori. Drusilla è una nobildonna toscana un po’ snob, divenuta celebre sui social per i suoi commenti pungenti e senza giri di parole. Ora la grande occasione di farsi conoscere dal pubblico che segue Sanremo 2022. Simbolo di eleganza e molto amata dalla comunità LGBT, Drusilla è una delle rivelazioni di questo Festival. Di seguito alcune frasi celebri e citazioni di Drusilla Foer.

Frasi celebri

  • Come spesso accade, le nostre asprezze hanno a che fare con le ostilità che ci abitano.
  • Mi sono stupita nello scoprire di avere verso me stessa più perdono che durezza, più stima che disprezzo, più pietà che rabbia, più sorrisi che lacrime, tutte espressioni del sentire che sono figlie della stessa madre. Ma non sempre dello stesso padre.
  • Varietà è una parola che mi piace moltissimo, molto più di diversità, la quale invece comincia a essermi davvero antipatica. La bellezza della varietà è proprio quello che voglio esprimere e incoraggiare”.
  • “I diritti sono come la lasagna, a strati, ma discendono tutti dal rispetto, e quello sì dev’essere paritario. Se si riconduce ciascun diritto al rispetto, allora è più facile capirsi. Poi, non è che ogni disagio debba avere una prevalenza, altrimenti va a finire come in certi pranzi con la mamma, che è un attimo passare dal cambio di stagione al ‘tu m’hai rovinato la vita’”.
  • “L’eleganza è uno stato d’animo interno che si costruisce con gli anni, e ha a che fare con quello che si è. Il gusto si forma sul modo di rapportarsi al mondo, sulla curiosità, sull’aprirsi ad altre culture ed estetiche. È un fuocherello che va alimentato. Non ho mai visto persone non eleganti diventarlo, una bambina elegante la si vede anche a 8 anni. Si può diventare più evoluti, ma l’eleganza è un’indole”.
  • “Mi sono resa conto che la vergogna assomiglia a quelle sabbie mobili in cui più ci si agita e più si va a fondo. Un fondo che t’inghiotte nel buio di una visione di te e da cui poi è difficile risalire. Per questo nel finale del libro dico: se incontrate la vergogna salutatela velocemente e ditele che avete un appuntamento con il pudore”.
  • Sulla nascita del nome Drusilla: “Nasce da una nottata di sesso sfrenato dei miei nonni in America. Erano su un battello che si chiamava Drusilla. Il battello è diventato monumento storico, una sorta di pezzo d’antiquariato. Come me, insomma”.
  • “Io, Drusilla Foer, cosa sono?
    Non lo so del tutto. Attrice, cantante, autrice, icona di stile. Mah…
    Io tendo a qualificarmi come “anziana soubrette”.
    Questa definizione occhieggiante, anche se incompleta, ha in sé una croccantezza un po’ d’antan e una nuance malinconica in cui mi riconosco con profonda convinzione. Vivace ma tormentata. Questi sono i tratti principali della mia natura, tuttavia in questo scritto voi ne scoprirete anche altri, che io stessa ignoravo.”
  • “Devo dire che da bambina non mi sono mai interrogata sul mio nome. Lo trovavo speciale, nessuno si chiamava come me e, tutto sommato, da adolescente lo consideravo segno di “unicità”. Mia madre lo trovava un nome “distinto”. La prima volta che lo sentii definire in questo modo ero così piccola che fraintesi pensando che distinto significasse “scialbo”, “privo di tinte”. Non capii che si riferiva alla signorilità del suo suono. Più tardi mi sono tuttavia convinta che la signorilità è un valore, nella sua visione borghese, poco convincente.”
  • “Mi basterebbe essere definita “non male”. Sempre meglio che “normale”.
  • “Ho avuto come amante un affettatore di prosciutti, un certo Manuel. So che è inverosimile ma a tutt’oggi i cordatores de jamònes sono quotati come delle vere star. E le assicuro che aveva tutte le carte in regola ed era ricchissimo!”
  • “Ognuno si veste come vuole, bacia chi vuole, si sente come vuole, è molto semplice. Dove nasce allora il problema? Dal fatto che ogni libertà presuppone una responsabilità, e più le libertà sono ampie, più c’è il rischio dell’inciampo su chi non ha le stesse consapevolezze. Provo a farla facile: è bellissimo fare il ciclismo, perché è uno sport che fa bene ai polmoni e allena i muscoli, ma bisogna stare attenti alle auto che passano accanto; e gli automobilisti devono stare attenti alla logica del ciclismo, e anche rispettare le tutine orrende che si mettono i ciclisti naturalmente. Ci vorrebbe una tale chiarezza su cos’è la discriminazione sul genere…”

Chi è Drusilla Foer

Abbiamo visto le frasi celebri, gli aforismi e le citazioni, ma chi è Drusilla Foer? Originaria di una famiglia privilegiata di Firenze, ha vissuto per molti anni a New York. Nella Grande Mela si è occupata per molto tempo di un negozio dell’usato, prima di diventare famosa sul web. Da fenomeno di internet a star a tutto tondo il passo è stato breve. Non molti anni fa Drusilla Foer ha partecipato al film Magnifica presenza di Ferzan Ozpetek, per poi presentarsi al pubblico amante della musica come giudice di Strafactor, speciale che segue X Factor. Dopo queste importanti esperienze, è diventata ospite fissa nel salotto di CR-La Repubblica delle donne. Ora la grande opportunità del Festival di Sanremo 2022, con il quale si può far conoscere dal grande pubblico.

Per quanto riguarda la vita privata di Drusilla Foer, sappiamo che è stata sposata con un uomo, “un texano orrendo, che poi ho tradito”, ha raccontato in un’intervista a Libero nel 2017. In seguito si è sposata con il belga Hervé Foer, discendente della nota famiglia Dufur, che è morto. Ad oggi dunque è vedova. Molto attiva sui social, la conduttrice di Sanremo 2022 interpretata dall’attore Gianluca Gori è seguita su Instagram da circa 200mila persone.

LE ULTIME NEWS SU SANREMO
Ti potrebbe interessare
TV / The Band: le anticipazioni della finale in onda su Rai 1
TV / Chiedi chi era Giovanni Falcone: tutto quello che c’è da sapere sul documentario
TV / The Band streaming e diretta tv: dove vedere la finale
Ti potrebbe interessare
TV / The Band: le anticipazioni della finale in onda su Rai 1
TV / Chiedi chi era Giovanni Falcone: tutto quello che c’è da sapere sul documentario
TV / The Band streaming e diretta tv: dove vedere la finale
TV / Isola dei Famosi 2022: le anticipazioni sulla puntata di oggi, 20 maggio
TV / Quarto Grado: anticipazioni e ospiti di oggi, 20 maggio 2022
TV / Isola dei Famosi 2022 streaming e diretta tv: dove vedere il reality show, 20 maggio
TV / Il truffacuori: tutto quello che c’è da sapere sul film
TV / Propaganda live: anticipazioni e ospiti della puntata di stasera, venerdì 20 maggio 2022
TV / Rocky Balboa: tutto quello che sappiamo del film su Italia 1
TV / Anticipazioni Uomini e Donne oggi, 20 maggio 2022 | Trono Classico e Over