Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Spettacoli » TV

Ultime dalla Rai. Partiti al lavoro sulle nomine: per la presidenza spunta Ferruccio de Bortoli

Immagine di copertina
Ferruccio de Bortoli. Credit: Ansa

Ultimissime dalla Rai. Nonostante sia ben noto agli addetti ai lavori che il nuovo Cda Rai sarà licenziato dal governo nella seconda metà di maggio, le pressioni dei partiti sono in crescita costante e ciò per due motivi in particolare: a) la Rai potrebbe essere l’unico terreno su cui super Mario potrebbe lasciare spazio ai partiti della sua maggioranza mentre ben difficilmente si farà condizionare sulle altre grandi partecipate Cdp, Ferrovie e, forse, Leonardo;

b) i partiti vogliono assolutamente evitare che gli attuali dirigenti Rai impostino i palinsesti autunnali della stagione 21/22; le anticipazioni mirate che iniziano a circolare soprattutto su Rai1 (a viale Mazzini dei palinsesti già si sta discutendo) hanno irritato tutti compreso Palazzo Chigi.

Ciò premesso, lo stato dell’arte è il seguente: per il Cda sono attesi una serie di conferme sia per 5 Stelle, Lega e FdI, forse anche per il Pd. Anche Laganà punterà ad essere riconfermato come rappresentante dei dipendenti. Le ultime voci sull’Ad danno in pole position due interni: Paolo Del Brocco, storico Ad di Rai cinema molto apprezzato dalle parti del Pd, e Marcello Ciannamea, capo dei Palinsesti considerato vicino alla Lega. Più distaccato Nicola Claudio.

Per il Presidente, essendo sicura l’uscita di Marcello Foa, girano da tempo due nomi forti, assolutamente non sgraditi a Palazzo Chigi: l’ex direttore del Corsera Ferruccio de Bortoli e l’ex Dg Rai e ora banchiere Mauro Masi. Ma per la Presidenza spunta anche Lucia Annunziata, in “quota rosa”.

L’altra grande partita aperta è quella della direzione di Rai 1 che però sarà condizionata da chi farà il capo azienda; viene comunque data per certissima l’uscita di Coletta. Al suo posto potrebbe arrivare Annamaria Ammirati, stimata dal PD, oppure Marcello Ciannamea, se non dovesse riuscire come Ad. Ma per la direzione di Rai 1 a viale Mazzini si fanno i nomi anche di Franco Di Mare (ora a Rai 3) oppure dell’ex Dg Mario Orfeo.

Leggi anche: Retroscena TPI: anche in Rai arriva il “modello Draghi”

Ti potrebbe interessare
TV / Nessuna verità: tutto quello che c’è da sapere sul film
TV / Bad Boys for Life: tutto quello che c’è da sapere sul film su Rai 2
TV / Imma Tataranni 3 si farà? Le anticipazioni sulla terza stagione
Ti potrebbe interessare
TV / Nessuna verità: tutto quello che c’è da sapere sul film
TV / Bad Boys for Life: tutto quello che c’è da sapere sul film su Rai 2
TV / Imma Tataranni 3 si farà? Le anticipazioni sulla terza stagione
TV / DiMartedì, le anticipazioni e gli ospiti della puntata di stasera 27 settembre 2022 su La7
TV / Imma Tataranni 2 – Sostituto procuratore: le anticipazioni della puntata di oggi, 27 settembre
TV / Imma Tataranni 2 – Sostituto procuratore: quante puntate, durata e quando finisce
TV / Imma Tataranni 2 – Sostituto procuratore streaming e diretta tv: dove vedere la puntata di oggi
TV / A che ora inizia Imma Tataranni 2: l’orario della messa in onda su Rai 1
TV / Fuori dal coro: anticipazioni e ospiti della puntata di stasera, martedì 27 settembre 2022
TV / Imma Tataranni 2 – Sostituto procuratore: tutto quello che c’è da sapere