Palinsesti Discovery: sesso, conventi, cucina, genitori da cambiare e spazzatura

Di Franco Bagnasco
Pubblicato il 7 Lug. 2020 alle 15:24 Aggiornato il 7 Lug. 2020 alle 15:32
31
Immagine di copertina

Palinsesti Discovery 2020-2021: le novità e i programmi sui canali del gruppo

Le novità del palinsesto autunno-inverno delle reti che fanno parte del gruppo Discovery, terzo editore italiano (e chi se l’aspettava?), attingono anima e corpo (soprattutto il secondo) dalla realtà o dal suo percepito a livello di spettacolarizzazione televisiva. Una tra le sorprese più grosse potrebbe venire su Real Time dalle sei schiacciasassi di “Ti spazzo in due”, ovvero la massiccia famiglia Paglionico. Mamma e cinque figlie, pugliesi trapiantante a Milano, pressoché indistinguibili l’una dall’altra, in tutona d’ordinanza, fanno le donne di servizio. Andranno a caccia delle case più sporche d’Italia. Da pulire al meglio (cantando e ballando “Maracaibo” in soggiorno e dispensando perle di saggezza) sotto gli occhi degli spettatori.

Un assist non da poco per i patiti del trash, che ovviamente sul canale dal target più femminile ritroveranno anche “Vite al limite”, “Dottoressa schiacciabrufoli” e un nuovo programma con il dottor Cristiano Giardiello, che si occupa di obesità. Ma attenzione, fratelli e sorelle, perché è in arrivo anche la versione italiana di “Ti sbatto in convento”. Cinque ragazze che fanno uso e abuso di social, fidanzati, aperitivi e quant’altro (insomma, ragazze comuni ma di certo non ipoattive), saranno blindate in un convento per vedere se le suorine riusciranno a riportarle su un’ipotetica retta via.

Da settembre tornerà “Bake Off Italia” (con la new entry in giuria Xsaba Dalla Zorza), ma è inutile nascondere che c’è grande attesa soprattutto per le nudità ostentate e la nuova visione sessuale aperturista del dating show “Naked attraction”. Un programma così censurabile in Italia (per stessa ammissione di Laura Carafoli, responsabile dei contenuti delle reti del gruppo) che sono stati costretti a piazzarlo sulla nicchia protetta di DPLAY Plus, dove andrà in onda senza pixelature e molto nature, proprio perché necessita di una chiave d’accesso. Per la conduzione si sta cercando “un volto femminile ironico e autorevole”, e il nome che è sin qui circolato, quello di Naike Rivelli, figlia di Ornella Muti, non sembra poi così in pole position. Che sia perché si sta cercando “un volto femminile ironico e autorevole”? Lo scopriremo solo vivendo. Sulla stessa rete porte aperte anche all’inedito wrestling col bollino blu della Federazione in contemporanea con gli Stati Uniti.

E se la generalista NOVE diretta da Aldo Romersa vede in “Fratelli di Crozza” il suo riconfermatissimo punto di forza, ci si rammarica del fatto che il comico ligure (peraltro ben lieto dei bonifici ricevuti, come rimarca in una clip che precede la conferenza stampa) non conceda un’intervista ai giornali dal ‘32. Un po’ c’è da capirlo, per carità, ma forse almeno una all’anno, ad estrazione del fortunato, potrebbe essere un’idea benevola. “Maurizio ha le sue convinzioni molto precise, e ho l’impressione che di live ami solo il suo, ma gli porteremo senz’altro questa richiesta”, dice Alessandro Araimo, Amministratore Delegato di Discovery Italia.

Ma torniamo al NOVE, dove dopo l’incredibile successo (in lockdown) di “Cambio moglie”, ora si sperimenta anche sul versante ragazzi. È in arrivo infatti il nuovo “Quasi quasi cambio i miei”, dove due adolescenti insoddisfatti si scambiano le famiglie a caccia di nuovi equilibri e rapporti. Saranno otto puntate da novembre. Sul versante cucina, ecco poi “Gino cerca chef”. In sei puntate altrettanti cuochi meritevoli troveranno altrettanti posti di lusso nei ristorante della catena inglese del pluriacclamato Gino D’Acampo. Il tutto mentre Francesco Panella in “Riaccendiamo i fuochi” andrà a consolare ristoratori e gestori italiani ai quali il Covid-19 ha tolto lavoro e speranze. Con lo scopo di farle ritornare a splendere.

La collana giornalistica “Il NOVE racconta” tornerà con 16 nuovi episodi che spaziano dal Capitano Ultimo ai figli di Paolo Borsellino; dai Casamonica a Ostia criminale, passando per Avamposti, ovvero i quartieri che, fra droga e illegalità, la criminalità ha pian piano sequestrato non solo alla legalità ma al Paese. Confermati anche Luca Sommi, Andrea Scanzi e Marco Travaglio con “Accordi e disaccordi”, e Daria Bignardi, che ha ancora un anno di contratto per “L’assedio”. E a chi rimarca i bassi ascolti di Bignardi, ribatte Laura Carafoli: “Se parlate di bassi ascolti non so a quale parametro vi riferiate, perché per noi erano buoni. Le interviste hanno un pubblico pregiato per gli inserzionisti e anche molta attività non lineare (che tradotto dal gergo managerial-televisivo significa: viste e cercate sul web anche dopo la messa in onda, Nda), tanto che quella ad Amanda Lear è stata tra le più viste in assoluto della rete”.

Tra le novità della già citata Real Time (dove si consolida con più produzioni la presenza di Flavio Montrucchio) anche “Cortesie per gli ospiti”, da settembre a caccia di convivialità in terrazze e spazi dopo il lockdown, e l’ironico “Social family”, di e con Katia Follesa e il marito Angelo Pisani. E se Food network andrà a caccia di sapori partenopei grazie alle abilità di donna Imma Polese, dall’America arrivano anche i fratelli Scott, che si infiltrano (tradotti paro paro, come d’uso) nelle case delle grandi star. Si comincia con Brad Pitt.

Sul canale Giallo i misteri saranno appannaggio di Julie Depardieu, la figlia del noto attore, in “Alexandra”, e DMAX se da un lato insisterà con i taglialegna di “Undercut”, d’altro canto lancerà anche il metal detector di Paolo Gibba Campanardi in “Metal detective”. Perché di questi tempi trovare un tesoro vale minimo il doppio.

LE ULTIME NOTIZIE DI SPETTACOLI

31
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.