Non si ruba a casa dei ladri, la trama del film di Carlo Vanzina

Di Cristina Migliaccio
Pubblicato il 12 Mar. 2020 alle 17:03
0
Immagine di copertina

Non si ruba a casa dei ladri, la trama e il finale del film di Carlo Vanzina

Carlo Vanzina nel 2016 è tornato al cinema con un’altra commedia, intitolata Non si ruba a casa dei ladri e che vede tra i protagonisti Vincenzo Salemme e Massimo Ghini, un nuovo duo comico che ha debuttato sui grandi schermi italiani. Ma di cosa parla la pellicola? Qual è la trama? E come finisce la storia? Vediamo insieme.

Non si ruba a casa dei ladri, la trama del film

Antonio Russo è un uomo d’affari, sposato con Daniela. Insieme i due gestiscono un’impresa di pulizie e la loro vita sembra andare meglio di giorno in giorno finché, inspiegabilmente, perdono un grosso appalto e si ritrovano sul lastrico da un giorno all’altro. A questo punto, decidono di trasferirsi momentaneamente a casa di zia Titina e cercano un nuovo lavoro per rimettersi in piedi. Il destino li porta al cospetto di Simone Santore, un pezzo grosso della politica corrotto e disonesto che, del resto, è stato proprio colui che, a causa dei suoi sporchi giochetti, gli è costato l’appalto e dunque l’impresa di pulizie. Simone è fidanzato con la bella e giovane Lori e decide di prendere sia Antonio che Daniela come camerieri per ben 5000 euro al mese. I due, ignari di tutto, accettano volentieri credendo che Simone sia una sorta di angelo salvatore. Qualche tempo dopo, però, esce fuori la verità e i due coniugi, scoperto che Simone ha nascosto la fortuna ricavata dalla loro disfatta in una banca svizzera, decidono di organizzare una truffa per soffiargli tutti i soldi.

Non si ruba a casa dei ladri, come finisce il film

Intenzionati a vendicarsi e a farsi giustizia da soli, Antonio e Daniela allora mettono insieme una piccola banda di non professionisti, truffati a loro volta dalla politica e assetati di vendetta.

Il loro piano riesce perché Simone viene arrestato e Antonio e Daniela gli ruabno ben 5 milioni di euro. Una volta tornati a Roma, però, zia Titina scopre il loro immenso bottino e di nascosto decide a sua volta di truffarli e scappa via, bazzicando in giro per il mondo. Antonio e Daniela dunque restano fregati una seconda volta.

Passano due anni e, dopo una lunga vicenda legale, Antonio e Daniela riescono a riottenere l’appalto per la loro azienda. Mentre passeggiano, incontrano Simone, povero e lasciato dalla bella Lori. Per vivere, Simone adesso fa il dogsitter così Antonio, per vendicarsi, gli lascia il suo biglietto da visita dicendogli che sarebbe felice di assumerlo se avesse bisogno di denaro. Poco prima di andarsene, Antonio fa capire a Simone di essere stato lui a rubargli tutti i soldi e che adesso sono finalmente pari.

Non si ruba a casa dei ladri va in onda giovedì 12 marzo 2020 alle ore 21:25 su Canale 5.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.