Covid ultime 24h
casi +16.232
deceduti +360
tamponi +364.804
terapie intensive -55

Chi è Nada, la cantate raccontata ne La bambina che non voleva cantare

Di Anton Filippo Ferrari
Pubblicato il 10 Mar. 2021 alle 17:50
1
Immagine di copertina

Chi è Nada, la cantate raccontata ne La bambina che non voleva cantare

Chi è Nada, la cantante raccontata nel film La bambina che non voleva cantare in onda oggi – 10 marzo 2021 – su Rai 1? Nada Malanima nasce a Gabbro (provincia di Livorno) il 17 novembre 1953. Figlia d’arte (il padre, Gino Malanima, era clarinettista). Fu la madre, Viviana Fenzi, a scegliere l’insolito nome quando una zingara, di nome per l’appunto Nada, le predisse leggendole la mano che avrebbe avuto una figlia, e che questa avrebbe viaggiato e avuto successo. Viene scoperta da Franco Migliacci. Dopo un primo 45 giri, contenente una cover in italiano di Les bicyclettes de Belsize, a soli quindici anni debutta al Festival di Sanremo 1969 con Ma che freddo fa, singolo inciso per la RCA Talent che la spinge al primo posto in hit-parade per cinque settimane regalandole un’enorme e improvvisa popolarità in Italia e all’estero.

Nada oggi

Nel 2016 la sua canzone del 2004 Senza un perché è stata inserita nella quarta puntata della prima stagione di The Young Pope, serie tv diretta da Paolo Sorrentino. La risonanza mediatica della serie è tale da far entrare il brano nella classifica dei brani rock più venduti di iTunes (al secondo posto). All’inizio di marzo 2017 Nada vince il Premio Amnesty Italia grazie alla canzone Ballata triste, la quale ha battuto la concorrenza di colleghi illustri come Arisa (Gaia), Litfiba (Straniero), Irene Fornaciari (Blu), Noemi (Amen) e Mannarino (Apriti cielo) grazie alla sua forte denuncia contro il femminicidio. Il 30 marzo 2017 canta Piccoli fiumi, insieme ad altri artisti nel programma “Dalla parte di Gianmaria”, in ricordo e omaggio all’artista Gianmaria Testa, mancato il giorno stesso. Il 7 aprile 2017 è in uscita per Warner Music Italia il nuovo disco del Nada Trio La Posa, nato dalla collaborazione con Fausto Mesolella e Ferruccio Spinetti, rispettivamente chitarrista e contrabbassista degli Avion Travel, che oltre ai brani di Nada e all’inedito La Posa (del quale è stato pubblicato un video ufficiale sul canale della Warner) contiene un omaggio a Piero Ciampi con Sul porto di Livorno e a Gianmaria Testa con Dentro la tasca di un qualunque mattino, un brano tratto dal film L’angelo azzurro con Marlene Dietrich, Falling in love again, e un canto popolare salentino, Malachianta.

Il 18 gennaio 2019 viene rilasciato per Woodworm Label il nuovo album È un momento difficile, tesoro, anticipato dal singolo omonimo e dal brano Dove sono i tuoi occhi.[9] L’8 febbraio 2019 si esibisce con Motta alla 69esima edizione del Festival di Sanremo nel brano Dov’è l’Italia, vincendo il premio per il miglior duetto. Il 25 ottobre esce Materiale domestico: un’autobiografia 2019-1969. L’8 novembre, anticipato dal singolo Come una roccia, esce il doppio album Materiale domestico, che contiene venti provini del periodo 1986-2019 più quattro inediti.

Vita privata: marito e figli

Cosa sappiamo sulla vita privata (marito e figli) di Nada? La cantante è impegnata sentimentalmente con lo stesso uomo da più di quarant’anni. Il marito di Nada è Gerry Manzoli, il bassista dei Camaleonti, popolare complesso musicale degli Anni Sessanta. “Gerry si è dedicato totalmente a me. Io sono pigra, se non ci fosse stato lui a spingermi e spingermi, avrei fatto molto meno di quello che ho fatto”, ha raccontato la Malanima al Corriere della Sera, dichiarandosi profondamente innamorata della persona con la quale ha condiviso e continua a condividere un lungo pezzo di vita. La coppia ha una figlia, Carlotta, che lavora come direttore di produzione nel cinema. Il rapporto tra le due? “Ho avuto un rapporto complicato con mia madre, perché non mi voleva far crescere e ho sempre pensato che con Carlotta non avrei fatto la stessa cosa. Forse ci sono riuscita, pur con tutti i problemi che ci possono essere fra una madre e una figlia”, ha confidato a Unicooptirreno.

1
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.