Covid ultime 24h
casi +13.633
deceduti +472
tamponi +264.728
terapie intensive -28

“Sentite questo silenzio? Sono i no-vax, non si sentono più”: Alessandro Cattelan ironizza sulla paura del Coronavirus

Di Redazione TPI
Pubblicato il 26 Mar. 2020 alle 09:28 Aggiornato il 26 Mar. 2020 alle 09:29
5
Immagine di copertina

“Sentite questo silenzio? Sono i no-vax, non si sentono più”: Alessandro Cattelan ironizza sulla paura del Coronavirus

Ha aperto il secondo appuntamento di EPCC ALIVE affacciandosi alla finestra e constatando il silenzio che, purtroppo, questi giorni c’è all’esterno, per le strade e in qualsiasi altro luogo generalmente affollato di persone, Alessandro Cattelan. E proprio su quel silenzio ha voluto ironizzare, con il suo solito piglio sarcastico e irriverente, per cercare di strappare ai suoi spettatori una risata in questi tempi difficili, in cui l’emergenza Coronavirus ha messo in pausa le vite di tutti noi. “Sentite questo silenzio? Sono i no-vax, non si sentono più”, è la scherzosa frase pronunciata dal conduttore di E poi c’è Cattelan, show di sua creazione generalmente in onda su Sky Uno ma che, per via della pandemia, viene ora trasmesso sui profili Instagram, Facebook, Twitter e YouTube di Cattelan, di EPCC e di Sky Uno.

Cattelan ha poi proseguito il suo monologo invitando le persone a tenere duro in questo periodo di emergenza sanitaria, a stare in casa e, soprattutto, a non condividere fake news. “L’indicazione principale che abbiamo ricevuto – ha spiegato Cattelan ai suoi followers – da tutte le fonti ufficiali è quella di stare a casa, perciò quando riceviamo una “notizia” verificare la fonte è fondamentale: quindi no, il vostro cugino scemo non è una fonte attendibile.

Leggi anche: 1. Il virus riscrive l’autobiografia della nazione (di Marco Revelli) / 2. Coronavirus, tamponi per asintomatici? Solo ai privilegiati. Così prolifera il business dei test privati

3. Coronavirus, parla la fidanzata di Rugani della Juve: “Il tampone? Sono venuti a farmelo a casa. Nessuna via preferenziale, il trattamento è uguale per tutti” (di Giulio Gambino) / 4. Lo sfogo di un medico a TPI: “Se la Lombardia non cambia strategia, la gente continuerà a morire”(di Selvaggia Lucarelli)

TUTTE ULTIME LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

5
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.