Me

Franco Battiato, tutta la verità sulla malattia e sul nuovo album raccontata dal fratello Michele

In un'intervista a Fanpage Michele Battiato smentisce i rumor sullo stato di salute del fratello

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 17 Ott. 2019 alle 18:38 Aggiornato il 18 Ott. 2019 alle 16:24
Immagine di copertina

Franco Battiato malato, il fratello racconta la verità sull’ultimo album

Dopo i rumors sulla malattia di Franco Battiato, esplosi dopo l’intervista che l’amico del “Maestro” Roberto Ferri ha rilasciato a Fanpage, il fratello Michele ha raccontato la verità al sito di notizie.

In questi giorni, a poche ore dall’uscita del nuovo Album “Torneremo Ancora”, tantissime voci diverse sono circolate sullo stato di salute di Franco Battiato e sul fatto che questo album sia solo una trovata commerciale.

Quello che si spacciava per amico di Franco Battiato, Roberto Ferri, ha affermato che “l’etichetta e il manager Franz Cattini hanno voluto tirare fuori qualcosa per tenere vivo quello che, purtroppo, è già morto”, e che cioè “Torneremo Ancora” sia stata una trovata commerciale, perché lo stato di salute del cantante sarebbe grave già da un anno, dall’ultima volta che Ferri ha sentito Battiato al telefono.

Ma il fratello maggiore di Franco Battiato racconta a Fanpage che la versione di Ferri non corrisponde alla realtà.

“Franco Battiato sta male, cercano di tenere in vita qualcosa che è già morto”: parla l’amico dell’artista

“La gente non ha rispetto di chi sta poco bene. Le persone che fanno dichiarazioni come quelle che ho ascoltato in questi giorni si qualificano da sole”, dichiara Battiato.

Molti hanno messo in dubbio le scelte del cantante circa il nuovo album, ma il fratello del Maestro dichiara di vivere tutto in serenità.

“Certo, ho sentito cose che potrei definire stratosferiche, altre completamente inventate. Cioè di chi si è spacciato per amico di mio fratello e invece non è assolutamente mai stato. Sono dei disperati entrati in casa grazie ad amicizie comuni e che adesso mettono in scena la tipica parte che gli compete in ogni melodramma che si rispetti. Quel che mi sento dire è solo che stiamo assistendo mio fratello come merita”.

“Questi atteggiamenti fanno parte del meccanismo dello spettacolo, portato avanti da persone che vogliono farsi pubblicità, desiderano apparire, perché la vita non li ha premiati come pensavano di poterlo essere e quindi cercano di attirare su di sé l’attenzione”, dice ancora il fratello maggiore di Franco Battiato, ex consigliere comunale di Milano.

“Dalla gente ho letto dichiarazioni sui giornali molto giuste ed equilibrate. Li voglio rassicurare, perché mio fratello riceve continuamente gli amici più intimi, viene curato al meglio e sta superando un momento di difficoltà, anche serenamente. Non abbiamo nessuna preoccupazione di qualsiasi sorta”.

Il fratello afferma inoltre che l’unica voce veritiera tra quelle circolate in questi giorni è la messa in vendita di Villa Grazia, la dimora da cui partirono le prime indiscrezioni circa la salute di Franco Battiato, “perché devo pensare al futuro”.

“Ma non abbiamo nessun problema di altra natura”, continua Michele Battiato.

Mio fratello è circondato dall’affetto degli amici più cari e dei parenti. Del resto, non ce ne frega niente. Perché chi parla è gente che non serve, non può aiutare e non vogliamo neanche sapere chi sono”.

“È una storia che vi farei raccontare direttamente dalla donna che ha presentato questo soggetto a mio fratello. Un episodio piuttosto squallido. Ferri avrà visto Franco una volta e mezza di persona, e per l’intercessione di questa amica comune. Non ho altro da dire a lei e a quel signore. Arrivederci!”.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

“L’ultimo album di Franco Battiato, i cassetti sono vuoti”: parla il manager del Maestro