Covid ultime 24h
casi +10.593
deceduti +541
tamponi +257.034
terapie intensive -49

Il dolore di Giorgio Pasotti: “Mia zia morta di Coronavirus, era sul camion dei militari a Bergamo”

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 10 Giu. 2020 alle 20:46
276
Immagine di copertina

Pasotti: “Mia zia morta di Coronavirus: era su camion militari a Bergamo”

I camion che, in fila, trasferiscono le salme dei morti per Coronavirus a Bergamo in altri comuni per la cremazione, sono una delle immagini più forti dell’emergenza che ha vissuto in questi mesi il nostro Paese: oggi, Giorgio Pasotti ha confessato che a bordo di uno di quei mezzi dell’esercito c’era anche la salma della sua cara zia. “Ogni persona lì ha perso qualcuno. Io anche ho perso mia zia, che è morta da sola in ospedale e poi è stata trasportata su un montacarichi in un luogo reso noto a mio cugino soltanto dopo due giorni”, ha dichiarato l’attore nel corso della presentazione del suo nuovo film “Abbi Fede”, dall’11 giugno disponibile su RaiPlay.

“Voglio dedicare questo film a lei e a tutti i miei conterranei che hanno affrontato questo dolore con dignità e riservatezza – ha continuato l’attore, nato e cresciuto a Bergamo e trasferitosi a Roma da qualche anno – senza perdersi in troppe lacrime, ma arrotolandosi le maniche per andare avanti. Questo mi ha molto commosso e reso fiero di essere figlio di quella terra. Ho avuto la fortuna di vivere questo periodo a Roma, ma con la testa e il cuore ero nella mia Bergamo”.

Il film “Abbi Fede”, di cui Pasotti è regista e protagonista principale, è una commedia che parla soprattutto di speranza, cosa a cui non si deve mai rinunciare. Si tratta di un remake di un film danese. L’attore interpreta Ivan, un sacerdote decisamente fuori dal comune:  ha una fortissima fede in Dio e negli esseri umani, ma è anche un personaggio molto singolare, con una vita costellata di incredibili disgrazie. Le sue incrollabili convinzioni vengono messe a dura prova dall’arrivo di Adamo, interpretato da Claudio Amendola, un neofascista assegnato alla sua comunità di recupero, che non ha alcuna voglia di redimersi. In mezzo, altri personaggi come lo sciatore alcolizzato Gustav (Robert Palfrader), la problematica Sara (Gerti Drassl) e l’ex-terrorista Khalid (Aram Kian).

Leggi anche:

1. Mancata zona rossa ad Alzano e Nembro: la procura interrogherà Conte, Lamorgese e Speranza / 2. Fontana sostituisce il direttore generale della sanità lombarda. E anche Gallera ora rischia il posto / 3. Il focolaio del San Raffaele Pisana di Roma si allarga e arriva a Rieti: 8 nuovi contagi a Montopoli di Sabina, salgono a 63 i positivi

4. Mancata zona rossa, partono le denunce dei familiari delle vittime. L’avvocato a TPI: “Chiediamo giustizia” / 5. L’infermiere campione di basket che ha trasformato la sua Rsa in un Covid Hospital: “Così ho salvato 50 anziani dalla pandemia” / 6. Il 15 giugno riaprono discoteche, cinema e teatri: ecco le linee guida decise dalle Regioni

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

276
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.