Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 09:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Spettacoli

A cena con Emilia Clarke: l’iniziativa per sostenere la lotta al Coronavirus

 

Emilia Clarke offre una cena virtuale per sostenere la lotta al Coronavirus

Chi non vorrebbe cenare con Emilia Clarke? La Madre dei Draghi di Game of Thrones sceglierà dodici tra coloro che decideranno di donare per la raccolta fondi che vuole sostenere l’emergenza sanitaria causata dal Coronavirus. L’obiettivo della raccolta fondi è di incrementare i posti letto per gli affetti da Covid-19 e saranno in dodici ad essere estratti a sorte per condividere un’esperienza particolare con Emilia Clarke.

L’indimenticabile Daenerys Targaryen di Game of Thrones ha deciso di dare il proprio contributo proponendo una cena a chi vorrà accompagnarla in questo viaggio. L’attrice ha pubblicato un video su Instagram comunicando quest’iniziativa realizzata in collaborazione con il Spaulding Rehabilitation Hospital del Massachusetts e l’University College Hospital di Londra.

“Vi scrivo dal mio isolamento con una richiesta di aiuto! A causa dell’attuale emergenza Coronavirus, spaventosa e in continua evoluzione, aiutatemi a raccogliere 250 mila sterline per fornire ai pazienti con ictus e lesioni cerebrali un supporto essenziale! Questo fondo aiuterà anche a liberare letti d’ospedale necessari per affrontare la pandemia”, ha spiegato l’attrice via Instagram. La donazione va effettuata su SameYou, un’associazione pre-esistente che assiste chi è colpito da ictus o infarto e li aiuta nella riabilitazione. Il ricavato, in quest’occasione, sarà utilizzato per assistere i pazienti che sono in riabilitazione presso le proprie case, in modo da liberare posti letto negli ospedali che potrebbero servire ai malati di Coronavirus. La stessa Emilia Clarke, in passato, ha dovuto affrontare due aneurismi celebrali, il tutto mentre era impegnata con le riprese di Game of Thrones.

La cifra prefissata dall’attrice è 250 mila sterline. Chi l’aiuterà sarà poi ringraziato con una cena virtuale. “Cucineremo insieme e mangeremo insieme e discuteremo di tante cose, isolamento e paura e anche video divertenti. E del fatto che non posso veramente cucinare. Sarà divertente!”, ha assicurato Emilia Clarke.

Leggi anche:

1. Coronavirus, la colonna sonora di Ennio Morricone risuona su una piazza Navona deserta / 2. La reunion virtuale dei Backstreet Boys ai tempi del Covid-19 | VIDEO

Ti potrebbe interessare
Spettacoli / Antonella Clerici: “Penso alla gaffe più grande della mia vita. A letto? Coccole e trasgressione”
TV / Ascolti tv domenica 27 novembre: Spagna-Germania, Dopo il matrimonio, Che tempo che fa
Spettacoli / Ballando con le stellle, lo sfogo di Selvaggia Lucarelli dopo gli insulti di Mariotto: “Il mondo sottosopra”
Ti potrebbe interessare
Spettacoli / Antonella Clerici: “Penso alla gaffe più grande della mia vita. A letto? Coccole e trasgressione”
TV / Ascolti tv domenica 27 novembre: Spagna-Germania, Dopo il matrimonio, Che tempo che fa
Spettacoli / Ballando con le stellle, lo sfogo di Selvaggia Lucarelli dopo gli insulti di Mariotto: “Il mondo sottosopra”
TV / Che tempo che fa: gli ospiti di stasera, 27 novembre 2022
TV / Le Iene presentano: Inside. Anticipazioni e ospiti del programma di Italia 1, 27 novembre 2022
TV / Non è l’Arena: ospiti e anticipazioni della puntata di oggi, 27 novembre 2022
TV / Che tempo che fa: anticipazioni e ospiti della puntata di oggi, 27 novembre 2022
TV / Che tempo che fa streaming e diretta tv: dove vedere la puntata di oggi, 27 novembre
TV / Dopo il matrimonio: tutto quello che c’è da sapere sul film
TV / Sposa in rosso: tutto quello che c’è da sapere sul film