Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:10
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Sondaggi

Ultimi sondaggi di oggi, lunedì 26 agosto: gli elettori M5s preferiscono il PD alla Lega

Immagine di copertina
Nicola Zingaretti, Luigi Di Maio e Matteo Salvini

Ultimi sondaggi oggi lunedì 26 agosto: quasi metà degli elettori M5s vuole il governo col PD

In piena crisi politica, e alla vigilia delle consultazioni che si terranno martedì 27 agosto al Quirinale, emerge un dato molto interessante dai sondaggi.

Secondo una rilevazione Winpoll-Sole 24 Ore, infatti, il 43 per cento degli elettori del M5s è favorevole a un governo con il PD. Siamo ancora a meno della metà, ma il dato è in notevole crescita rispetto ai sondaggi dei giorni scorsi.

Anche nell’elettorato pentastellato, insomma, l’ipotesi dell’alleanza coi dem comincia a riscuotere significativi consensi. Il dato va letto anche in controluce: se è vero che gli elettori grillini favorevoli all’accordo col Partito Democratico sono ancora meno della metà, è anche vero che appena il 16 per cento vorrebbe tornare con la Lega.

La forbice è dunque molto ampia, e a favore dei dem. E tutti gli altri? Il loro desiderio sarebbe quello di non fare alleanza di nessun genere e tornare al voto.

Ultimi sondaggi oggi: “Il centrodestra vincerebbe le elezioni”

Se si tornasse oggi alle urne, la Lega otterrebbe il 33 per cento. “Secondo la simulazione sulla composizione della nuova Camera dei Deputati – spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento – se si votasse oggi, il Centrodestra avrebbe con il Rosatellum un’ampia maggioranza a Montecitorio con 410 seggi” (qui il sondaggio completo).

Ultimi sondaggi oggi: gli elettori della Lega non vogliono tornare col M5s

Sul fronte leghista il dato è ancora più eclatante: appena il 7 per cento degli elettori del Carroccio, infatti, vorrebbe tornare col vecchio partner di governo.

Se Salvini sembra molto impegnato nel tentativo di tessere nuovamente la tela con Di Maio e compagnia, i suoi elettori hanno invece le idee molto più chiare: vogliono tornare al voto e non gradiscono altre soluzioni.

Ultimi sondaggi oggi: elettori del PD favorevoli all’alleanza col M5s

Infine, tra gli elettori del PD è molto alta la percentuale di chi è favorevole all’alleanza coi pentastellati, ben il 62 per cento del campione preso in esame da Winpoll. L’elettorato dem insomma non ha dubbi: l’accordo coi grillini è la soluzione migliore per uscire dalla crisi.

Spetta ora al segretario Zingaretti prendere la decisione decisiva: accettare o meno il Conte-bis, la condizione posta dal Movimento Cinque Stelle come imprescindibile.

Ti potrebbe interessare
Sondaggi / Quirinale, gli italiani scelgono Draghi o Berlusconi
Sondaggi / Il Pd raggiunge in testa Fratelli d'Italia, ma il centrodestra vola
Sondaggi / Crescono tutti i partiti del centrodestra, crolla il M5S, Pd sempre primo
Ti potrebbe interessare
Sondaggi / Quirinale, gli italiani scelgono Draghi o Berlusconi
Sondaggi / Il Pd raggiunge in testa Fratelli d'Italia, ma il centrodestra vola
Sondaggi / Crescono tutti i partiti del centrodestra, crolla il M5S, Pd sempre primo
Sondaggi / Pd sempre primo, ma Fratelli d'Italia ora è a un passo
Sondaggi / Cala la fiducia nel governo Draghi: l'esecutivo bocciato su scuola, lavoro e sicurezza
Sondaggi / Il Pd cresce ancora e consolida il primo posto, la Lega si riavvicina a Fdi
Sondaggi / Pd sempre primo, ma Fratelli d'Italia si avvicina. Calano Lega e M5S
Sondaggi / Sondaggi politici oggi 27 novembre 2021: il Partito democratico consolida il primo posto, scende il Movimento 5 Stelle
Sondaggi / Super Green Pass, 7 italiani su 10 favorevoli
Sondaggi / Sondaggi: crolla il M5S, il Pd si conferma primo partito