Covid ultime 24h
casi +17.657
deceduti +344
tamponi +320.892
terapie intensive -15

Sondaggi politici elettorali oggi 13 marzo 2021: gli elettori dem vorrebbero Bonaccini come segretario Pd

Di Anna Ditta
Pubblicato il 13 Mar. 2021 alle 06:52 Aggiornato il 13 Mar. 2021 alle 06:55
386
Immagine di copertina
Da sinistra Stefano Bonaccini, Nicola Zingaretti e Andrea Orlando.

Sondaggi politici elettorali oggi 13 marzo 2021

SONDAGGI POLITICI ELETTORALI OGGI – Nel giorno in cui Enrico Letta scioglie la riserva e scende in campo per candidarsi alla guida del Pd, un sondaggio realizzato da Emg per Agorà, la trasmissione in onda su Rai3, rivela che la maggioranza degli elettori dem vorrebbe Stefano Bonaccini alla guida del partito.

Gli autori del sondaggio hanno chiesto agli elettori Pd chi vorrebbero a guidare il partito dopo le dimissioni di Nicola Zingaretti. Il 24 per cento ha risposto facendo il nome del governatore dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini, che si piazza al primo posto tra i leader del centrosinistra.

Nei giorni scorsi, Bonaccini si era piazzato al secondo posto, col 19 per cento, anche nel sondaggio Tecné per l’agenzia Dire, come leader del centrosinistra, dietro solo a Giuseppe Conte, che aveva conquistato il 34 per cento.

Sondaggi politici elettorali: gli altri possibili leader

Gli elettori Pd mettono al secondo posto il ministro del Lavoro Andrea Orlando, ex vice di Zingaretti, con il 21 per cento. Solo al terzo posto il segretario dimissionario Nicola Zingaretti (17 per cento), seguito dall’ex premier Enrico Letta (14 per cento). A seguire Dario Franceschini (5 per cento), Debora Serracchiani (3 per cento), Roberta Pinotti (2 per cento) e Lorenzo Guerini (1 per cento).

Come si fanno i sondaggi?

I sondaggi elettorali e politici vengono effettuati da società demoscopiche rispettando criteri scientifici ben precisi. Gli autori delle rilevazioni devono individuare un campione da intervistare sufficientemente ampio e rappresentativo della popolazione che si intende analizzare. Nel caso dei sondaggi sulle intenzioni di voto ai partiti o dell’indice di fiducia dei leader politici dunque gli intervistati devono rappresentare adeguatamente la popolazione italiana maggiorenne, coloro che hanno diritto al voto e che si recano alle urne.

Questo lavoro viene fatto per ridurre al minimo il margine di errore e rendere la rilevazione quanto più attendibile. Di solito un sondaggio politico-elettorale viene considerato affidabile se il margine di errore indicato è del del 3 per cento con un intervallo di confidenza del 95 per cento. È proprio quella di identificare un campione rappresentativo della popolazione la maggiore difficoltà dei sondaggisti. Le interviste per i sondaggi politici elettorali di solito vengono effettuate con una metodologia Cati, telefonicamente, o Cawi, via Internet, o mista. Per effettuare le interviste le società demoscopiche si affidano a società specializzate.

Leggi anche: 1. Tutti i sondaggi

386
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.