Sondaggi politici elettorali sulle Regionali in Emilia Romagna: Bonaccini favorito

L'ultima rilevazione sul consenso di candidati e partiti realizzata dall'istituto Ixè

Di Donato De Sena
Pubblicato il 20 Nov. 2019 alle 07:13 Aggiornato il 20 Nov. 2019 alle 15:08
118
Immagine di copertina
Stefano Bonaccini e Lucia Borgonzoni a Cartabianca con Bianca Berlinguer

Sondaggi politici elettorali sulle Regionali in Emilia Romagna: Bonaccini favorito

SONDAGGI POLITICI ELETTORALI – L’ultimo dei sondaggi politici elettorali sulle Elezioni Regionali in Emilia Romagna del prossimo 26 gennaio conferma che il presidente uscente Stefano Bonaccini, candidato di Pd e centrosinistra, gode di una maggiore fiducia rispetto alla sfidante Lucia Borgonzoni, senatrice della Lega in corsa con il sostegno della coalizione di centrodestra. La rilevazione è stata effettuata dall’istituto demoscopico Ixè e diffusa ieri, martedì 19 novembre, nel corso del programma di Raitre Cartabianca, subito dopo un faccia a faccia tra i due principali aspiranti governatori.

Fiducia degli elettori: Bonaccini batte Borgonzoni

Secondo il sondaggio il 68 per cento degli elettori emiliano-romagnoli dice di avere fiducia in Bonaccini mentre Borgonzoni si ferma al 45 per cento. Il candidato del Partito Democratico viene considerato nettamente favorito per la vittoria. Alla domanda su chi sarà il prossimo presidente il 41 per cento del campione intervistato ha risposto Bonaccini, il 26 per cento Borgonzoni, il 13 per cento altri candidati e il 20 per cento si è detto indeciso o non ha risposto al quesito.

Per quanto riguarda le intenzioni di voto ai candidati alla presidenza Bonaccini è al 40 per cento contro il 29,2 dell’avversaria e il 5,0 di un candidato M5S. In uno scenario senza Movimento 5 Stelle il governatore uscente sarebbe al 41,2 e Borgonzoni al 29,4.

sondaggi politici elettorali emilia romagna
Il sondaggio di Ixè sulle Elezioni Regionali in Emilia Romagna reso noto a Cartabianca il 19 novembre

Voti alle liste: centrodestra avanti sul centrosinistra

Scenario diverso per quanto riguarda le intenzioni di voto ai partiti. L’ultimo dei sondaggi politici elettorali sulle Elezioni Regionali in Emilia Romagna indica il Pd al 34,3 per cento dei consensi, la Lega di Matteo Salvini al 30,9, il Movimento 5 Stelle al 10,4, Fratelli d’Italia al 6,0, Forza Italia al 5,1 e le altre formazioni al 13,5.

Complessivamente il totale delle liste di centrosinistra arriverebbe oggi secondo il sondaggio di Ixè diffuso a Cartabianca (qui il video della puntata) al 31,6 per cento dei voti, superate dal centrodestra con il 33,1. Nettamente staccato il M5S, che otterrebbe solo l’8,2 per cento, la sinistra il 3,3, tutti gli altri il 2,9. Gli indecisi sarebbero il 20,9 per cento del campione.

I sondaggi politici elettorali di oggi, 20 novembre

Tutti i sondaggi sulla Lega

I rapporti di forza sono simili anche in assenza del Movimento 5 Stelle. In questo caso il centrosinistra arriverebbe al 33,7 per cento, ancora battuto dalle liste di centrodestra al 34,0. Le formazioni di sinistra otterrebbero il 4,4 e le altre formazioni il 3,2. Indeciso il 24,7 per cento degli intervistati.

sondaggi politici elettorali regionali emilia romagna
Il sondaggio di Ixè sulle Elezioni Regionali in Emilia Romagna reso noto a Cartabianca il 19 novembre

Va ricordato che un precedente sondaggio sulle Elezioni Regionali in Emilia Romagna, realizzato da Winpoll, è stato pubblicato domenica 17 novembre sul Sole 24 Ore e ha indicato Bonaccini oltre il 50 per cento delle preferenze, con almeno 8 punti di vantaggio sulla principale avversaria Borgonzoni. Anche in quel caso però i consensi alle liste di centrodestra a sostegno dell’esponente leghista hanno superato quelli delle formazioni che appoggiano il governatore uscente. Le liste di centrosinistra sono state indicate al 44,8 per cento contro il 47,6 per cento di partiti di centrodestra.

Tutti i sondaggi sul Pd

118
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.