Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 15:11
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Senza categoria

Una bambina di due anni utilizzerà la prima protesi d’orecchio stampata in 3D

Immagine di copertina

Maia Van Mulligan, nata con una malformazione all’orecchio sinistro, sarà la prima paziente su cui verrà sperimentata una nuova tecnica che utlizzerà la stampa 3D

Una bambina australiana di due anni, Maia Van Mulligan, nata con una malformazione all’orecchio sinistro, sarà la prima paziente su cui verrà sperimentata una nuova tecnica per impiantare un orecchio funzionante stampato in 3D.

Alla Queensland University of Technology i ricercatori hanno scelto Maia, affetta da microtia, una malformazione congenita che, oltre a causare un mancato sviluppo dell’organo all’esterno, impedisce anche la presenza di un canale uditivo, e quindi di sentire. 

La bambina attualmente indossa una fascia che trasmette il suono al cervello, con il cranio come conduttore osseo, ma attraverso fondi stanziati dallo stato australiano, finanziatori privati e un progetto di crowdfunding, sono già in corso gli studi per rendere possibile la risoluzione del problema attraverso la stampa in 3D.

(Una ricercatrice della Queensland University of Technology. Credit: Lisa Yallamas)

Il progetto si compone di due fasi principali: la prima prevede una soluzione a breve termine con un orecchio stampato in 3D realizzato in silicone per uso medico, collegato magneticamente o con della colla. La fase a lungo termine, più ambiziosa, prevede invece di creare un orecchio in 3D dalle stesse cellule del paziente e da impiantare chirurgicamente.

I ricercatori ritengono che le orecchie potrebbero essere disponibili per l’acquisto già nei prossimi due anni, e che se tutto andrà come previsto, potranno essere disponibili a prezzi inferiori a quelli di un paio di occhiali.

Questo un video che spiega i dettagli della tecnologia in questione:

(Credit: canale YouTube AJ+)

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Inchiesta mascherine, l'ex commissario all'emergenza Covid Arcuri indagato per abuso d’ufficio e peculato
Senza categoria / Villarreal Atalanta streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Champions League
Senza categoria / Mr Wrong – Lezioni d’amore: la trama e le anticipazioni dell’ultima puntata, 20 luglio
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Inchiesta mascherine, l'ex commissario all'emergenza Covid Arcuri indagato per abuso d’ufficio e peculato
Senza categoria / Villarreal Atalanta streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Champions League
Senza categoria / Mr Wrong – Lezioni d’amore: la trama e le anticipazioni dell’ultima puntata, 20 luglio
Senza categoria / Una donna per amica: tutto quello che c’è da sapere sul film
Cronaca / Covid, 2.275 nuovi casi e 51 morti nell'ultimo giorno
Senza categoria / Friends: quando esce in Italia e dove vedere la reunion
Senza categoria / Chiamami ancora amore streaming e diretta tv: dove vedere la terza e ultima puntata
Economia / Banca Ifis: primo trimestre 2021 con 20,1 milioni di utili e ricavi in crescita a doppia cifra
Senza categoria / Sassuolo Juventus streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Serie A
Senza categoria / Acts of Violence: tutto quello che c’è da sapere sul film