Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Scienza

Il liceale di Monfalcone che ha creato una formula matematica in grado di superare Archimede

Immagine di copertina
Instagram

Francesco Bulli è un liceale di Monfalcone che è riuscito a scoprire una formula matematica che permette di risolvere determinati problemi in maniera più veloce rispetto al teorema di Archimede. Il sedicenne ha spiegato al Corriere della Sera la sua intuizione: “Archimede dice che l’area di un segmento di parabola equivale ai 4/3 dell’area del triangolo iscritto a esso, cioè ai 2/3 dell’area del parallelogramma circoscritto, ma per trovarla il procedimento era lunghissimo. Così sono partito dall’unico dato noto che avevo, i coefficienti della parabola e della retta, e ho ottenuto il risultato con una formula algebrica applicabile direttamente a tutti i problemi dello stesso tipo”.

Il liceale, che gioca a calcio nelle giovanili della Triestina e suona il violino con ottimi risultati, ha scoperto una formula matematica sconosciuta e capace di competere con Archimede. La sua professoressa, Caterina Vicentini, l’ha infatti segnalata a due delle più importanti riviste del settore. Al Corriere Michel Roelens, editore di Uitwiskeling – una delle due riviste – ha spiegato: “Per gli allievi più grandi l’area del segmento parabolico è un problema da risolvere con l’uso degli integrali ma Francesco, in terza, ancora non li conosce. La sua è una formula originale. È eccezionale che a scoprirla sia stato un ragazzo così giovane e in maniera spontanea. Al Corriere parla anche l’insegnante che spiega come Francesco domini la materia in modo intuitivo e spiega come all’interno del compito: “Di errori non ce n’erano. Ho verificato io stessa. Dava sempre il risultato corretto. Il primo brivido per la schiena l’ho avuto allora”.

LEGGI ANCHE:

1.Tutte le notizie sulla scuola/2. Bambino di 13 anni si laurea in soli due anni: l’enfant prodige più giovane nella storia dell’università californiana/3. Un bambino sta per laurearsi in ingegneria elettrica a soli 9 anni/ 4. Il bambino prodigio di 9 anni non si laurea più: Laurent Simons abbandona l’università

Ti potrebbe interessare
Scienza / Risposta alla lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia): i prodotti a tabacco riscaldato in Italia
Cronaca / Nuovo studio indica il mercato di Wuhan come probabile origine della pandemia
Scienza / Eclissi lunare oggi 19 novembre 2021: la più lunga da 580 anni
Ti potrebbe interessare
Scienza / Risposta alla lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia): i prodotti a tabacco riscaldato in Italia
Cronaca / Nuovo studio indica il mercato di Wuhan come probabile origine della pandemia
Scienza / Eclissi lunare oggi 19 novembre 2021: la più lunga da 580 anni
Scienza / “Uno spunto in più sulle sigarette elettroniche”: la lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia)
Cronaca / Il Nobel per la Chimica va al tedesco Benjamin List e al britannico David MacMillan, “ingegneri” delle molecole
Cronaca / Nobel per la fisica, Parisi dopo la vittoria: “Sul clima agire con urgenza”
Cronaca / L’italiano Giorgio Parisi ha vinto il premio Nobel per la fisica
Scienza / Chi sono David Julius e Ardem Patapoutian, premi Nobel per la Medicina
Ambiente / Coltivare la carne? E’ possibile e lo stanno già facendo
Cronaca / Il premio Nobel per la Medicina va agli americani Julius e Patapoutian per le loro scoperte sui recettori del tatto