Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 21:08
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Con il voto a 16 anni ci saranno oltre un milione di elettori in più

Immagine di copertina
I simboli elettorali in Italia

Ecco i numeri dell'Istat

Voto a 16 anni, quanti elettori in più

Quanti elettori in più ci saranno in Italia con il voto a 16 anni? La risposta a questa domanda è contenuta nelle tabelle dell’Istat che raccolgono i dati sulla popolazione residente per età, sesso e stato civile. Le informazioni aggiornate al primo gennaio 2019 dell’Istituto nazionale di statistica indicano che nel nostro Paese vivono attualmente oltre un milione e 100mila ragazzi e ragazze di età compresa tra i 16 e i 18 anni.

Nel dettaglio vengono indicate 568mila giovani di 16 anni e 575mila di 17 anni di età. Complessivamente dunque si arriva a un milione 144mila persone.

L’Istat segnala negli ultimi dati disponibili sul suo sito 293.142 ragazzi e 275.768 ragazze di sedici anni e 297.515 ragazzi e 278.257 ragazze di diciassette anni. La somma è di 568.910 sedicenni e 575.772 diciassettenni: 1.144.682 giovani.

Insomma, con l’abbassamento dell’età degli elettori ci sarà un sostanziale allargamento della base di votanti. Alle ultime elezioni politiche nazionali del 4 marzo 2018 l’affluenza ai seggi (esclusa la circoscrizione estero e la Valle d’Aosta) è stata del 72,94 per cento con un 46 milioni 505 mila votanti. In linea di massima, con il voto a 16 anni, si sarebbe arrivati a circa 47,5 milioni di elettori. I 16enni e 17enni dovrebbero persare per circa il 2 per cento sul totale.

Letta vuole dare il diritto di voto ai sedicenni

La proposta del voto ai sedicenni è stata lanciata in un intervista a Repubblica dall’ex premier Enrico Letta, da poco rientrato nel Partito Democratico, e nel giro di poche ore ha trovato l’adesione di tutti i principali partiti. Hanno detto sì all’abbassamento dell’età soprattutto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e i leader delle due forze politiche che sostengono la maggioranza di governo, il capo politico del M5S Luigi Di Maio e il segretario Dem Nicola Zingaretti. Ma il parere favorevole al voto a 16 anni è arrivato anche dalla Lega di Matteo Salvini. Il Carroccio, tra l’altro in coerenza con le proposte già presentate in passato.

Conte e Di Maio dicono sì al voto ai ragazzi di 16 anni
Ti potrebbe interessare
Politica / Di Maio vede Sala per parlare di un nuovo progetto politico
Politica / M5S, Conte dopo l’incontro con Draghi: “Restiamo nel governo ma serve discontinuità”
Politica / Cannabis, parlamentari della Lega a Salvini: “Pronti a barricate in Aula”
Ti potrebbe interessare
Politica / Di Maio vede Sala per parlare di un nuovo progetto politico
Politica / M5S, Conte dopo l’incontro con Draghi: “Restiamo nel governo ma serve discontinuità”
Politica / Cannabis, parlamentari della Lega a Salvini: “Pronti a barricate in Aula”
Politica / La grande illusione delle privatizzazioni: un fallimento lungo 30 anni
Politica / Rimandato il faccia a faccia tra Conte e Draghi. Si vedranno il 6 luglio
Politica / Governo, Calenda: “Non sarà un altro Papeete. Conte fa solo sceneggiate”
Politica / Ius Scholae, Renata Polverini (FI) perentoria: “Voterò sì, è la mia battaglia. Da Meloni mi aspetto un colpo di scena”
Politica / Di Maio: “Qualcuno cerca il pretesto per far cadere il governo, ma se si va al voto il Paese va nel baratro”
Politica / Draghi-Conte, lunedì l’incontro. L’ex premier: “Valuteremo se restare”
Politica / Grillo pubblica un post contro i traditori: “Si sentono eroi ma non lo sono”. Di Maio: “Basta picconare il governo”