Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 13:10
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Scontro tra Conte e Salvini per il vertice che il leader della Lega ha tenuto con i sindacati

Immagine di copertina

Scontro tra Conte e Salvini per il vertice del leader della Lega con sindacati

È scontro tra Conte e Salvini dopo l’inusuale vertice con i sindacati che il leader della Lega ha tenuto al Viminale.

Nella mattinata di lunedì 15 luglio, infatti, Matteo Salvini ha convocato un vertice con le parti sociali, composto da 43 sigle sindacali, per parlare di Flat Tax e fisco più in generale.

L’incontro, a cui era presente anche Armando Siri, l’ex sottosegretario leghista a cui era stato revocato l’incarico dopo un’indagine per corruzione (qui il riepilogo di tutta la vicenda), è stato definito dal M5S un “vertice politico e non di governo”.

Tuttavia, il premier Giuseppe Conte non ha gradito quella che ha definito una “scorrettezza istituzionale”.

Ai giornalisti che lo hanno interpellato sull’argomento, infatti, Conte ha affermato: “Se oggi qualcuno pensa che non solo si raccolgono istanze da parte delle parti sociali ma anticipa dettagli di quella che ritiene che debba essere la manovra economica, si entra sul terreno della scorrettezza istituzionale”.

Il presidente del Consiglio, poi, ha dichiarato che “La manovra economica viene fatta dal ministro dell’Economia e tutti i ministri interessati e non si fa oggi”.

“I tempi, e tengo a precisarlo, – ha continuato il premier – li decide il presidente del Consiglio, sentiti gli altri ministri, a partire da quello dell’Economia. I tempi non li decidono altri”.

Sulla presenza di Siri al vertice, poi, Conte ha detto che: “Se si tratta di un vertice di partito, la presenza di Siri va bene. Se è un vertice di governo, la presenza di Siri non va bene”.

In serata, il leader della Lega ha provato a spegnere le polemiche rispondendo a Conte e dichiarando di “non voler rubare il lavoro a nessuno”.

Il premier aveva già punzecchiato il suo vice Salvini sulla scelta del leader della Lega di non riferire alle camere sulla vicenda dei presunti fondi russi al Carroccio.

Lega Russia, dopo Di Maio anche Conte vuole che Salvini riferisca alle Camere: “Perché no?”
Ti potrebbe interessare
Politica / Anniversario strage di Brescia, Mattarella: “I terrorismi sono stati sconfitti, nostro impegno è testimoniare”
Politica / Salvini pronto ad andare a Mosca: “Non mi sostituisco a Draghi”. Ma il governo non ne sapeva niente
Politica / Esclusivo TPI: Verdi e Sinistra Italiana pronti a fondersi in un nuovo partito
Ti potrebbe interessare
Politica / Anniversario strage di Brescia, Mattarella: “I terrorismi sono stati sconfitti, nostro impegno è testimoniare”
Politica / Salvini pronto ad andare a Mosca: “Non mi sostituisco a Draghi”. Ma il governo non ne sapeva niente
Politica / Esclusivo TPI: Verdi e Sinistra Italiana pronti a fondersi in un nuovo partito
Politica / Sicilia, sempre più concreta l’ipotesi primarie Pd-M5S-Sinistra: sarebbe la prima volta
Politica / Stipendio raddoppiato all’amico di Brunetta
Politica / Draghi: “Oltre 1.200 le morti sul lavoro nel 2021, c’è ancora molto da fare”
Politica / Mattarella revoca “per indegnità” la nomina di Cavaliere al premier russo Mishustin
Politica / Processo Ruby Ter, Berlusconi: “Accanimento giudiziario e politico, vogliono fermarmi”
Politica / Ciriaco De Mita: le cause della morte dell’ex premier e segretario della Dc
Politica / È morto Ciriaco De Mita: l’ex premier e segretario della Dc aveva 94 anni