Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:45
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Ballottaggi elezioni comunali 2019 Verbania | Candidati | Come si vota

Immagine di copertina

Ballottaggio Verbania 2019 | Verbania Ballottaggio elezioni comunali 2019 | Candidati

Ballottaggio Verbania 2019 | Domenica 9 giugno 2019, a due settimane dal primo turno, i cittadini di Verbania sono chiamati a scegliere il nuovo sindaco e ad eleggere il consiglio comunale. 

Qui i risultati del primo turno
> Qui tutti i comuni al ballottaggio

Ballottaggio Verbania | I candidati

Il 26 maggio nessuno dei candidati è riuscito a superare il 50 per cento più uno dei voti, ed è per questo che i due candidati più votati sono andati al ballottaggio. Si tratta di Giandomenico Albertella, attuale sindaco di Cannobio, candidato sostenuto da Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e la lista civica Insieme per Verbania.

Per il centro sinistra c’è invece Silvia Marchionini, sindaca uscente, appoggiata da Partito democratico, Verbania Viva e La Verbania del Sì.

Ballottaggio Verbania | Com’è andato il primo turno del 26 maggio

Di seguito i risultati del primo turno svoltosi domenica 26 maggio 2019:

Giandomenico Albertella (Lega) 45.8%

Silvia Marchionini (PD) 37.5%

Roberto Campana (M5S) 5%

Patrich Rabaini (lista civica Comunità) 3,5%

Vladimiro Di Gregorio (Partito Comunista) 2,9%

Renato Brignone (Una Verbania Possibile) 2.7%

Loredana Brizio (Grande Nord) 2.6%

Verbania elezioni comunali 2019 | Come si vota

A Verbania, così come gli altri comuni italiani al voto, al primo turno si poteva votare per un candidato sindaco e per la lista collegata a lui, oppure per un candidato sindaco e una lista non collegata. Si tratta del cosiddetto voto disgiunto. Al ballottaggio non era invece consentito.

Il sindaco viene eletto con sistema maggioritario. La ripartizione dei seggi ai consiglieri avviene invece con sistema elettorale proporzionale.

Alle liste collegate al candidato sindaco vincitore viene attribuito il 60 per cento dei seggi. I restanti posti nel Consiglio verranno poi assegnati alle altre liste in maniera proporzionale.

Accedono al riparto dei seggi le liste che superano la soglia di sbarramento del 3 per cento.

Ti potrebbe interessare
Politica / Renzi: “Non vi preoccupante, entro venerdì avremo un nuovo presidente della Repubblica”
Politica / Quirinale, Salvini: “Il centrodestra farà proposte di alto livello. Non faccio nomi”
Cronaca / Bollette, il governo valuta nuove misure per contrastare i rincari record: oggi cabina di regia e consiglio dei ministri
Ti potrebbe interessare
Politica / Renzi: “Non vi preoccupante, entro venerdì avremo un nuovo presidente della Repubblica”
Politica / Quirinale, Salvini: “Il centrodestra farà proposte di alto livello. Non faccio nomi”
Cronaca / Bollette, il governo valuta nuove misure per contrastare i rincari record: oggi cabina di regia e consiglio dei ministri
Politica / Quirinale, il vice di Conte a TPI: “Pronti a votare con il centrodestra, serve un candidato che unisca”
Politica / Quirinale, Crippa (M5S): “Mattarella resta nome estremamente importante per noi”
Politica / Quirinale, incontro Toti-Renzi: se Berlusconi esce di scena, pronti a unire le forze
Politica / Tradimenti, bigliettini, colpi di scena: il grande romanzo del voto sul Quirinale (di S. Mentana)
Politica / Da Berlusconi a Draghi passando per il Mattarella bis: ecco chi sono i papabili per il Quirinale
Politica / “Io alternativo agli ultra-liberisti, Draghi e Berlusconi hanno fatto danni” (di P. Maddalena)
Politica / Dalla minaccia Berlusconi alla svolta presidenzialista di Draghi: il Quirinale può cambiare i destini dell’Italia